Italia Markets open in 1 hr 9 mins
1 / 14

Moshi Monsters Launch Their First Pop Up Shop

LONDON, ENGLAND - FEBRUARY 22: Michael Acton-Smith, the CEO of Mind Candy, poses for a photograph with Poppet outside a pop-up shop selling merchandise from the children's online game "Moshi Monsters" in Whiteleys Shopping Centre on February 22, 2011 in London, England. moshimonsters.com has over 34 million users, it is aimed at the 7-12 year old who adopt and look after pet monsters. Players must solve educational puzzles to accumulate currency, known as Rox, which can be used to buy food and gifts for their monster. The store is open throughout February school half-term and offers activities and merchandise to Moshi Monsters players.. (Photo by Oli Scarff/Getty Images)

Moshi Monster: storia di un successo milionario

Una volta c'era il Tamagotchi, oggi chiunque abbia un bambino in casa non può non conoscere Moschi Monsters, gioco di social networking che vi permette di accudire un piccolo mostriciattolo. Dal nome sembra giapponese, in realtà il gioco è Made in Great Britain ed è diventato in poco tempo un successo mondiale, con più di 80 milioni di utenti in 150 paesi del mondo. Ma quale è stato il fattore che ha portato il suo inventore Michael Acton Smith, dal fallimento al successo, fino a diventare milionario? Ecco la sua storia. (a cura di Angela Iannone)