Italia Markets closed

Eni: mai consegnato a Lotti documentazione sul fratello di Ielo

Red/Vis

Roma, 20 giu. (askanews) - "Eni smentisce in modo categorico che l'amministratore delegato, Claudio Descalzi, abbia mai consegnato al dottor Lotti documentazione relativa al fratello del dottor Paolo Ielo. A questo proposito, considerata l'estrema gravit delle affermazioni rese pubbliche dalla testata senza alcun supporto di prova o riscontro, l'amministratore delegato di Eni si riserva di intraprendere le opportune vie legali a tutela della propria reputazione". Lo riferisce un comunicato dell'Eni in riferimento a quanto pubblicato dall'edizione online dell'Espresso.

"In merito al procedimento in corso presso il Tribunale di Milano per ipotesi di corruzione internazionale in Nigeria - prosegue la nota - Eni confida che il processo potr accertare la completa estraneit della societ e del management rispetto ad asserite condotte illecite legate all'acquisizione del Blocco Opl245, estraneit testimoniata anche dagli esiti delle verifiche interne che gli organi di controllo della societ hanno affidato a pi riprese a consulenti indipendenti di reputazione internazionale. Infine, in merito alle indagini relative al presunto 'depistaggio', Eni ribadisce la fermissima convinzione di essere la parte lesa in ogni prospettiva e prospettazione legata, o comunque connessa, alle ipotesi inerenti presunti depistaggi delle attivit investigative presso qualsivoglia procura della Repubblica dello Stato Italiano, o altrimenti in relazione alle nuove ipotesi di reato emerse ed attualmente sotto indagine".