Italia Markets open in 2 hrs 12 mins

Riforme, Barbagallo: pagherei parlamentari anche doppio se fanno

Rar

Assago (Mi), 9 ott. (askanews) - Sindacati "tiepidi" sul taglio dei parlamentari. "Si risparmia qualche centinaia di milioni di euro ma non so se ne guadagnerà la democrazia - ha osservato il leader della Uil, Carmelo Barbagallo, a margine dell'assemblea nazionale dei delegati della Cgil, Cisl e Uil riuniti al Forum di Assago - io i parlamentari li pagherei pure il dubbio se fanno quello che è necessario, dopo di che se la crescita è zero vuol dire che non è stato fatto qualcosa...".

"Oltre a tagliare i parlamentari - ha sottolineato il leader della Cisl, Annamaria Furlan - Si dia più capacità e incisività al ruolo del Parlamento, perchè è attraverso il Parlamento che si coniuga la democrazia nel nostro paese". "Non siamo mai stati contrari alla riduzione del numero del parlamentari - ha spiegato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini - ma non si risolve il problema riducendo il numero dei parlamentari, il problema è come lavora quel parlamento e come si costruiscono i luoghi di rappresentanza e di partecipazione dei cittadini. Poi c'è un problema di riforma elettorale perchè se non cambiano legge elettorale una riduzione rischia di far si che interi territori non siano rappresentati".