Italia Markets close in 6 hrs 4 mins

Dazi, Coldiretti: in black list Trump 4,5 mld da Made in Italy

Sen

Roma, 2 ago. (askanews) - Ci sono 4,5 miliardi di esportazioni Made in Italy, soprattutto vino e cibo, nella black list di prodotti sulla quale applicare un aumento delle tariffe all'importazioni fino al 100% del valore attuale elaborata dal Dipartimento del Commercio statunitense (USTR) nell'ambito dello scontro sugli aiuti al settore aereonautico che coinvolge l'americana Boing e l'europea Airbus. E' quanto afferma la Coldiretti dopo la decisione del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump di imporre nuovi dazi del 10% sulle importazioni di beni dalla Cina per un valore di 300 miliardi di dollari a partire dal primo settembre con il rischio di un effetto valanga sul commercio internazionale che ha fatto crollare le borse

Sulle relazioni commerciali con l'Unione Europea nell'agenda della Casa Bianca c'è un atteso intervento del Presidente degli Stati Uniti che dovrebbe riguardare tra l'altro l'accordo raggiunto per l'esportazione in Europa di 35mila tonnellate di carne bovina americana, senza ormoni, in 7 anni concessa erga omnes nell'ambito della disputa WTO sul rifiuto Ue alla carne agli ormoni Usa. Una iniziativa che dovrebbe scongiurare le tensioni generate dall'ultimo tweet del presidente Donald Trump in cui minaccia di colpire il vino francese dopo che la tassa annunciata dal suo omologo Emmanuel Macron sulle grandi società digitali statunitensi, come Google, Apple, Facebook e Amazon è stata definitivamente approvata dal parlamento francese l'11 luglio. "Ho sempre detto che il vino americano è meglio di quello francese" ha scritto il Tycoon.

"Si tratta della prima sfida che dovrà affrontare la nuova Commissione Europea guidata dalla tedesca Ursula von der Leyen, in visita in Italia per l'incontro con il premier Giuseppe Conte, che dovrà gestire i complessi rapporti con lo storico alleato", ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare la necessità di "evitare uno scontro dagli scenari inediti e preoccupanti che rischia di determinare un pericoloso effetto valanga sull'economia e sulle relazioni tra le due sponde dell'Atlantico". (segue)