Italia Markets close in 3 hrs 13 mins

È boom per la nuova emissione Btp Futura con una raccolta già a quasi un miliardo

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
È boom per la nuova emissione Btp Futura con una raccolta già a quasi un miliardo
È boom per la nuova emissione Btp Futura con una raccolta già a quasi un miliardo

Il collocamento inizia oggi e proseguirà fino a venerdì 13 novembre, con tassi minimi garantiti da 0,35% fino all’1%. Previsto un “premio fedeltà” per chi non vende prima della scadenza

Oggi inizia il collocamento del Btp Futura 2 sul Mot di Borsa Italiana, la raccolta per il pubblico retail si chiuderà venerdì. Dopo due ore dall’apertura delle contrattazioni, la domanda sfonda la soglia del miliardo di euro, a quota 1,072 miliardi, mentre il rendimento del decennale sta registrando un nuovo minimo storico allo 0,57%.

LA SEQUENZA DI TASSI

Venerdì scorso il tesoro ha fissato i tassi cedolari minimi garantiti. La sequenza prevede un tasso dello 0,35% dal primo al terzo anno, un tasso dello 0,60% dal quarto al sesto anno e dell’1% dal settimo all’ottavo anno. I tassi definitivi verranno annunciati al termine del collocamento e, in ogni caso, non potranno essere inferiori ai tassi cedolari minimi garantiti. Lo strumento è pensato per raccogliere risorse contro l’emergenza sanitaria.

TASSI IN RIALZO

Il funzionamento del prossimo Btp Futura prevede che il tasso cedolare dei primi 3 anni resterà invariato, mentre in base alle condizioni di mercato potranno essere rivisti al rialzo solo i tassi successivi al primo. Il titolo potrà essere ceduto anche prima della scadenza, alle condizioni di mercato. L’ultima emissione del Btp Futura, lo scorso luglio, si era conclusa con una raccolta di oltre 6 miliardi di euro.

PREMIO FEDELTÀ

Il titolo offre un “premio fedeltà”, fa sapere il Tesoro, per chi lo acquista nei giorni di emissione e lo detiene fino a scadenza. Si tratta di un premio al tasso medio di crescita annuale del Pil nominale registrato dall’Istat, durante la vita del titolo stesso. Si parte da un minimo garantito dell’1%, fino ad un massimo del 3% del capitale sottoscritto.