Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.336,67
    +27,16 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    12.779,91
    -74,89 (-0,58%)
     
  • Nikkei 225

    27.819,33
    -180,63 (-0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0327
    +0,0026 (+0,25%)
     
  • BTC-EUR

    23.339,52
    +231,54 (+1,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    570,89
    -3,85 (-0,67%)
     
  • HANG SENG

    20.082,43
    +471,59 (+2,40%)
     
  • S&P 500

    4.207,27
    -2,97 (-0,07%)
     

È ora disponibile un trattamento efficace per milioni di persone che soffrono da tempo dei sintomi della Sindrome Post-COVID

Aviv-Clinics
Aviv-Clinics

Lo studio clinico pubblicato di recente è il primo a valutare, diagnosticare e trattare in modo completo le condizioni neurologiche delle persone che soffrono di sintomi debilitanti e persistenti da COVID-19

ORLANDO, Florida, July 12, 2022 (GLOBE NEWSWIRE) -- Aviv Clinics mette in evidenza un recente studio innovativo pubblicato su Scientific Reports, che presenta un trattamento promettente per i sintomi della Sindrome Post-COVID. Lo studio utilizza il protocollo di valutazione e diagnosi più completo mai riportato in uno studio sulla Sindrome Post-COVID. La sindrome post-COVID, caratterizzata da sintomi che persistono per più di tre mesi dalla contrazione del virus, colpisce fino al 30% dei pazienti infettati dal virus COVID-19. Per i milioni di persone che soffrono da tempo dei sintomi del COVID, lo studio fornisce nuove speranze di guarigione.

Lo studio clinico prospettico, randomizzato, a doppio cieco e controllato con placebo è stato concepito intorno all'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) e condotto da Sagol Center for Hyperbaric Medicine and Research allo Shamir Medical Center e dall'Università di Tel Aviv. Lo studio ha interessato 73 pazienti con sintomi cognitivi post-COVID-19, come incapacità di concentrazione, nebbia cerebrale, dimenticanza e difficoltà a ricordare parole o pensieri. Questi sintomi, che compromettevano in modo significativo la qualità della vita, persistevano da più di tre mesi dopo un test RT-PCR che confermava l'infezione da COVID-19. Lo studio prevedeva valutazioni complete del cervello dei partecipanti con risonanza magnetica cerebrale avanzata ad alta risoluzione, test cognitivi computerizzati e valutazione completa dei sintomi clinici.

I partecipanti sono stati divisi in due gruppi: Sono stati 37 i pazienti che hanno ricevuto il trattamento HBOT e 36 quelli che sono stati designati nel gruppo in cieco, controllato con sham (le sessioni placebo sono state ricevute con aria normale). I pazienti e gli sperimentatori non erano a conoscenza del protocollo di trattamento designato. Il protocollo di trattamento, unico nel suo genere, comprendeva 40 sessioni giornaliere di HBOT, cinque a settimana per un periodo di due mesi, in cui i pazienti accedevano a una camera HBOT a più posti e respiravano ossigeno al 100% tramite maschera a 2 atmosfere assolute (ATA) per 90 minuti con fluttuazioni di ossigeno.

Lo studio suggerisce che il virus COVID-19 può causare lesioni cerebrali croniche che colpiscono le regioni cerebrali responsabili delle funzioni cognitive, dello stato mentale e dell'interpretazione del dolore. Nello studio pubblicato, i pazienti trattati con l'HBOT hanno registrato un significativo miglioramento della funzione cognitiva globale e un ulteriore miglioramento cognitivo legato alle specifiche regioni cerebrali danneggiate responsabili dell'attenzione e della funzione esecutiva. È stato inoltre dimostrato un miglioramento significativo nel dominio delle energie, del sonno, dei sintomi psichiatrici e dell'interferenza del dolore. I partecipanti al gruppo di controllo, che hanno ricevuto solo il trattamento placebo (sham), non hanno registrato un miglioramento significativo dei sintomi persistenti della Sindrome Post-COVID. Gli effetti benefici dello specifico protocollo di trattamento possono essere attribuiti alla neuroplasticità e all'aumento della perfusione cerebrale nelle regioni associate ai ruoli cognitivi ed emotivi.

"La ricerca suggerisce che lo sviluppo di disturbi post-COVID-19 legati al sistema nervoso centrale comprende lesioni neurologiche dirette soprattutto nei lobi frontali, cioè l'area del cervello che svolge un ruolo importante nelle funzioni cognitive e mentali. Oggi sappiamo che in alcuni pazienti il virus può penetrare nel cervello attraverso la placca cribrosa, la parte del cranio situata appena sopra il naso, e innescare un danno cerebrale cronico che si presenta come declino cognitivo, nebbia cerebrale, perdita di concentrazione e affaticamento mentale", ha dichiarato il dottor Shai Efrati, leader del gruppo di ricerca, direttore del Sagol Center e presidente del Medical Advisory Board di Aviv Scientific. "Lo studio ha rivelato che l'HBOT può indurre la riparazione strutturale e funzionale delle regioni cerebrali danneggiate e migliorare le funzioni cognitive, comportamentali ed emotive dei pazienti sfortunati che soffrono della Sindrome post-COVID".

I protocolli e le procedure di valutazione utilizzati in questo studio clinico sono disponibili presso le cliniche Aviv della Florida centrale, di Dubai e presso lo Shamir Medical Center in Israele.

Nell'ottobre 2021, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha emesso una definizione ufficiale di Sindrome Post-COVID per riferirsi alla gamma di sintomi nuovi, di ritorno o in corso dopo l'infezione iniziale da COVID-19. La definizione include tra i sintomi comuni la disfunzione cognitiva. Uno studio della University of Cambridge ed Exeter , volto a riconoscere ulteriormente le caratteristiche neurologiche associate alla Sindorme post-COVID, ha riportato che il 78% dei pazienti affetti da Sindrome post-COVID ha avuto difficoltà di concentrazione, il 69% ha riferito di avere una nebbia cerebrale e il 68% ha riferito di avere delle dimenticanze.

Con l'aumento dei casi di sindrome post-COVID identificati in tutta la nazione, il Presidente Joe Biden ha recentemente annunciato il lancio di un piano d'azione nazionale per la ricerca sulla sindrome post-COVID, che invita il Dipartimento della Salute e dei Servizi Sociali ad ampliare la ricerca esistente su questa patologia e a coordinare maggiormente l'assistenza ai pazienti.

"Milioni di persone guarite dal COVID-19 accusano sintomi debilitanti che persistono per settimane, mesi o addirittura anni dopo l'infezione iniziale. Fino ad oggi non si è riusciti a proporre una terapia efficace. Il nostro studio è il primo randomizzato e controllato a dimostrare una soluzione reale per le persone soggette ad effetti a lungo termine", ha dichiarato il Dr. Amir Hadanny, ricercatore capo e responsabile delle operazioni cliniche globali di Aviv Clinics.

La sindrome post-COVID è una delle tante condizioni che possono essere trattate con l'HBOT. Precedenti studi specifici sull'HBOT hanno dimostrato la capacità di migliorare e trattare lesioni cerebrali come ictus, lesioni cerebrali traumatiche, declino cognitivo legato all'età e disturbi da stress post-traumatico in reduci resistenti al trattamento, aumentando il flusso sanguigno cerebrale, generando nuovi neuroni e migliorando il metabolismo cerebrale.

Gli stessi metodi condotti durante questi studi clinici sono stati replicati dalle Cliniche Aviv e vengono applicati secondo gli stessi rigorosi protocolli assieme ad un ulteriore supporto cognitivo, fisico e dietetico per i pazienti.

Il programma di trattamento avanzato e completo delle Aviv Clinics offre ai pazienti un'assistenza olistica per il trattamento di una varietà di sintomi legati alla Sindorme post-COVID, all'ictus, alla lesione cerebrale traumatica, alla commozione cerebrale, alla fibromialgia, ai disturbi da stress post-traumatico, alla malattia di Lyme o al mantenimento delle prestazioni fisiche e cognitive nell'ambito del processo di invecchiamento. Oltre all'uso dell'HBOT, l'équipe medica di Aviv ha elaborato un solido programma di trattamento personalizzato per ogni paziente, che comprende un allenamento fisico e cognitivo e un piano alimentare.

Lo studio completo è disponibile qui. Per ulteriori informazioni su Aviv Clinics, visitare il sito aviv-clinics.com.
  
Aviv Clinics
Aviv Clinics è leader nel trattamento del declino cognitivo e funzionale legato all'età e nelle nuove applicazioni dell'ossigenoterapia iperbarica (HBOT) per massimizzare le prestazioni della persona. Sulla base di una partnership esclusiva con la più grande struttura di medicina iperbarica e di ricerca al mondo, il Sagol Center presso lo Shamir Medical Center in Israele, Aviv sta avviando una rete globale di cliniche che offrono il suo programma medico, efficace e basato sull'evidenza. Il regime di due o tre mesi concepito per migliorare il declino cognitivo e fisico si basa su oltre un decennio di ricerche. Sono stati trattati più di 1.000 pazienti in tutto il mondo sotto la guida scientifica di Shai Efrati, dottore in medicina, presidente del comitato consultivo medico di Aviv Scientific e direttore del Sagol Center.

Contatto con i media:
Erin Robertson-Davila
erobertson@uproarpr.com
904-716-4439

Fotos che accompagnano questo annuncio sono disponibili all'indirizzo:

https://www.globenewswire.com/NewsRoom/AttachmentNg/e454e9c2-1426-4ea0-81ce-802f4d977bad

https://www.globenewswire.com/NewsRoom/AttachmentNg/18d3b725-f8a0-4194-b8a3-de70a44fd5d6

https://www.globenewswire.com/NewsRoom/AttachmentNg/b36362c0-9c7e-446f-ae0f-b7742a25d38a

https://www.globenewswire.com/NewsRoom/AttachmentNg/b2e503f9-d65c-470c-bcc1-3b45928eed1a


Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli