Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.569,16
    -341,21 (-1,14%)
     
  • Nasdaq

    12.200,35
    -5,50 (-0,05%)
     
  • Nikkei 225

    26.433,62
    -211,09 (-0,79%)
     
  • EUR/USD

    1,1937
    -0,0033 (-0,27%)
     
  • BTC-EUR

    16.255,71
    +925,79 (+6,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    380,94
    +16,34 (+4,48%)
     
  • HANG SENG

    26.341,49
    -553,19 (-2,06%)
     
  • S&P 500

    3.618,10
    -20,25 (-0,56%)
     

È stata individuata la fonte della coscienza umana?

·1 minuto per la lettura

AGI - La coscienza umana dipende dal campo energetico del cervello che proviene dai segnali elettrici dei neuroni. A rivelarlo uno studio, pubblicato sulla rivista Neuroscience of Consciousness, condotto dagli esperti dell'Università del Surrey, che hanno elaborato una teoria sulla coscienza umana sulla base di conoscenze scientifiche appurate e supposizioni ipotetiche.

“Sono state svolte moltissime ricerche per cercare di svelare il mistero della coscienza umana – afferma Johnjoe McFadden, dell'Università del Surrey, primo autore dell'articolo – ma abbiamo finalmente delle risposte: il campo elettromagnetico prodotto dai neuroni del cervello è la ragione della nostra unicità”.

L'esperto sottolinea che la sua teoria si basa su noti fatti scientifici. “La coscienza potrebbe essere l'esperienza dei nervi che si collegano al campo elettromagnetico generato dal cervello – sostiene il ricercatore – e tutto questo guida il libero arbitrio. Sappiamo che le funzioni cerebrali dipendono dalle interazioni dei neuroni e l'organo cerebrale, e sappiamo anche che i segnali elettrici che vengono prodotti a tale scopo formano un campo elettromagnetico, rilevabile tramite tecniche di scansione cerebrale come l'elettroencefalogramma (EEG) e la magnetoencefalografia (MEG)”.

Secondo lo scienziato, questo campo magnetico potrebbe essere la risposta a uno degli enigmi più significativi della scienza. “Questo campo dipende dagli stessi messaggi che costituiscono una persona, ogni pensiero, movimento e processo – afferma McFadden – di conseguenza rappresenta il nucleo della coscienza. Saranno necessari ulteriori studi per dimostrare questa teoria, ma sono molto ottimista sul potenziale di questo pensiero. Potrebbe portare allo sviluppo della coscienza nei robot”.