Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.429,41
    -147,09 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    33.800,60
    +297,00 (+0,89%)
     
  • Nasdaq

    13.900,19
    +70,89 (+0,51%)
     
  • Nikkei 225

    29.768,06
    +59,06 (+0,20%)
     
  • Petrolio

    59,34
    +0,02 (+0,03%)
     
  • BTC-EUR

    50.180,05
    -388,86 (-0,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.235,89
    +8,35 (+0,68%)
     
  • Oro

    1.744,10
    -0,70 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1905
    -0,0016 (-0,13%)
     
  • S&P 500

    4.128,80
    +31,63 (+0,77%)
     
  • HANG SENG

    28.698,80
    -309,30 (-1,07%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.978,84
    +1,01 (+0,03%)
     
  • EUR/GBP

    0,8674
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CHF

    1,0990
    -0,0022 (-0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,4912
    -0,0051 (-0,34%)
     

19 anni consecutivi di aumenti dei dividendi

Paolo Crociato
·8 minuto per la lettura

Approfittando delle quotazioni scontate in borsa, nel report di oggi investiamo la liquidità disponibile nel portafoglio su questa azienda, che vanta un lungo track record di aumenti di utili e ricavi, abbinati ad una politica pluriennale di dividendi crescenti agli azionisti. Il nuovo acquisto di oggi, contribuirà da subito all'aumento delle rendite complessive del nostro modello, sfruttando il potente effetto leva derivante dall'interesse composto.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un aumento della volatilità dei principali indici azionari internazionali, condizionati dal rapido aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti, sulla scia del rialzo delle materie prime e dei timori per una possibile ripresa dell'inflazione. Su queste basi, l'indice S&P500, che raggruppa le 500 aziende maggiormente capitalizzate a Wall Street, ha evidenziato un ribasso complessivo del 2,48% nelle cinque sedute della scorsa settimana, per poi rimbalzare recuperando tutte le perdite nella sola giornata di ieri, e tornando vicino ai record assoluti toccati a metà febbraio. In queste ultime settimane, l'S&P500 sta segnando multipli storici tra i più elevati degli ultimi 140 anni, con un price earning medio pari a 38,8 volte gli utili, valori superati solo nel marzo 2002 (46,71 volte) e nel maggio 2019 (123,73 volte) ed una media storica secolare pari a 15,89 volte.

L'effetto rialzo dei tassi sull'obbligazionario e le valutazioni elevate hanno quindi causato un maggiore nervosismo degli investitori, con un aumento della volatilità di breve termine. In questo contesto, nell'ultima settimana i nostri portafogli hanno mantenuto un andamento in controtendenza, con aumenti di valore anche in questa fase. Tra questi, spiccano i forti rialzi settimanali di Energy Transfer (ET) +9,1%, Brookfield Infrastructure (BIPC) +8,2%, Deere (DE) +5,8% , Starbucks (SBUX) +4,5% e Chevron (CVX) +4,4%.

A nostro avviso, nella selezione dei titoli, non si dovrebbe mai parlare di mercato azionario, ma piuttosto di un mercato di azioni, nel senso che anche in un mercato complessivamente sopravvalutato, ci sono sempre singole occasioni di acquisto che presentano valutazioni a sconto, fondamentali interessanti e dividendi crescenti. Il nuovo investimento di oggi è a nostro avviso una di queste grandi opportunità per i prossimi anni, con un p/e pari a sole 11,2 volte e un dividendo pari al 3,2%, in crescita da 19 anni consecutivi.

In questo contesto, il mese di febbraio appena concluso ha confermato ancora una volta flussi di dividendi elevati per il modello Top Analisti, con un totale di 20 dividendi incassati nel mese, per un totale pari a 4.843 dollari, in linea con i valori dello scorso anno, nonostante il difficile contesto a causa del rallentamento economico globale causato dalla pandemia. In particolare, questo dato conferma la grande stabilità e importanza della componente dividendi nella performance globale dei mercati azionari nel lungo termine. Dal 2010 ad oggi, nel portafoglio Top Analisti i dividendi reinvestiti hanno contato per il 42,6% della performance complessiva, con un incremento delle rendite di +99% nel periodo. Grazie alle crescite costanti delle rendite, e al potente effetto leva generato dall'interesse composto, il rendimento attuale dei dividendi rapportato ai nostri prezzi di medi carico (yield on cost) ammonta ad un significativo 8,3% annuo, rispetto al 3,2% annuo sugli attuali prezzi di borsa e all'1,6% annuo dell'indice S&P500. Complessivamente, negli ultimi 11 anni abbiamo incassato un totale dividendi che supera l'intero capitale originariamente investito, a cui si sommano tutte le plusvalenze realizzate nel periodo.

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,2% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 17,8 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,8. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi: +12,8% (9,6% target medio analisti +3,2% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 11 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Nuovo BUY - 19 anni consecutivi di aumenti dei dividendi e target elevati di crescita per una delle maggiori società nel settore strategico della difesa

La nuova società che acquistiamo oggi per il portafoglio opera in un settore tradizionalmente più protetto dalle oscillazioni dell'andamento economico, in quanto i suoi ricavi sono in gran parte collegati a commesse governative, operando nel comparto strategico della difesa. Per questa ragione molti analisti nelle ultime settimane stanno inserendo questo leader per dividendo nei portafogli, utilizzando il titolo come copertura da eventuali aumenti della volatilità. I governi dei principali paesi del mondo, sono poco propensi a tagliare le spese militari, favorendo in questo modo la stabilità dei ricavi per le aziende operanti nel settore. Considerata la complessità e delicatezza del business, gli attuali competitor operano in una sorta di oligopolio, rendendo molto difficile l'ingresso sul mercato di nuovi operatori. Alle attuali quotazioni questa società rappresenta una interessante e rara opportunità a sconto, caratterizzata da dividendi elevati e forti potenziali di crescita per i prossimi anni. Su queste basi, aumentiamo oggi l'esposizione del titolo in portafoglio, con l'obiettivo di incrementare la rendita del nostro portafoglio Top Analisti.

Descrizione del business: Fondata nel 1912 ed oltre 110.000 dipendenti, questa società è un leader globale nel settore della difesa, sistemi di sicurezza e aerospaziali, e opera in tutto il mondo nella ricerca, progettazione, sviluppo, produzione, integrazione e supporto di sistemi tecnologici avanzati. Opera attraverso quattro segmenti: Aeronautica, Missili e Controllo del Fuoco, Sistemi Rotativi e di Missione e Sistemi Spaziali. Il segmento Aeronautica offre aerei da combattimento e mobilità aerea, veicoli aerei senza equipaggio e tecnologie correlate. Il segmento Missili e Controllo del Fuoco fornisce sistemi di difesa aerea e missilistica, missili tattici e sistemi di armi d'attacco di precisione aria-terra, logistica, sistemi antincendio, supporto alle operazioni di missione, preparazione, supporto ingegneristico e servizi di integrazione, veicoli terrestri con equipaggio e senza equipaggio e soluzioni di gestione dell'energia. Il segmento Sistemi Rotativi di Missione offre elicotteri militari e commerciali, sistemi di missione e combattimento navale e sottomarino, sistemi di missione e sensori per aeromobili rotanti e ad ala fissa; sistemi di difesa missilistica marittima e terrestre, sistemi radar, navi da combattimento, servizi di simulazione e formazione; e sistemi e tecnologie senza equipaggio. Supporta anche i clienti governativi nella sicurezza informatica e fornisce comunicazioni e capacità di comando e controllo attraverso soluzioni di missione per applicazioni di difesa. Il segmento Sistemi Spaziali offre satelliti, sistemi di trasporto spaziale, sistemi missilistici strategici, avanzati e difensivi, sistemi e servizi classificati a sostegno dei sistemi di sicurezza nazionali. Questo segmento fornisce inoltre servizi di rete e integra sistemi spaziali e terrestri per aiutare i propri clienti a raccogliere, analizzare e distribuire in modo sicuro i dati di intelligence critica.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con 19 anni consecutivi di aumento dei dividendi. Il dividendo attuale è pari al 3,2% annuo, con un Payout pari al 42%. Ne Autore: Paolo Crociato Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online