Italia markets open in 3 hours 11 minutes
  • Dow Jones

    35.061,55
    +238,15 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    14.836,99
    +152,39 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    27.931,78
    +383,78 (+1,39%)
     
  • EUR/USD

    1,1780
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    32.418,15
    +3.154,53 (+10,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,02
    +118,29 (+14,90%)
     
  • HANG SENG

    26.604,43
    -717,55 (-2,63%)
     
  • S&P 500

    4.411,79
    +44,31 (+1,01%)
     

In 2021 acquisti alimentari on line superano i 4 mln, +38%

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 lug. (askanews) - Dopo un 2020 in cui la spesa online degli italiani in Food&Grocery ha raggiunto i 2,9 miliardi di euro con una crescita dell'84%, per quest'anno è atteso un ulteriore importante balzo in avanti del comparto. Nel 2021 gli acquisti online nel Food&Grocery supereranno, infatti, i 4 miliardi di euro (+38% rispetto al 2020), trainati soprattutto dalla componente alimentare (+40%).

E' quanto emerso dall'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm - School of Management del Politecnico di Milano, in occasione del convegno "Food&Grocery: la pandemia rallenta, l'eCommerce cresce!"

Guardando ai segmenti di mercato che compongono l'alimentare, si osserva una crescita a tassi differenti. I prodotti da supermercato crescono nel 2021 del +39% e sfiorano gli 1,4 miliardi di euro. Alla caduta delle barriere all'acquisto dei consumatori, si accompagnano un incremento delle iniziative online su tutto il territorio italiano e un potenziamento dell'infrastruttura logistica, della capacità di consegna e delle modalità di ritiro della spesa.

Il food delivery (ossia i piatti pronti), superate le difficoltà di inizio 2020 dovute alla chiusura dei ristoranti nel primo lockdown, nel 2021 continua a crescere con un ritmo sostenuto (+56%) e supera gli 1,4 miliardi di euro. A spiegare lo sviluppo del comparto è principalmente l'ampliamento dell'offerta, sia in termini di nuovi ristoranti che attivano in modo diretto o intermediato l'eCommerce, sia in termini di maggior copertura territoriale del servizio verso i comuni più piccoli.

Infine, l'enogastronomia (i prodotti alimentari di nicchia) registra un aumento del +17% e raggiunge i 750 milioni di euro. Le restrizioni legate alla pandemia, di fatto, hanno favorito un processo di sviluppo dell'eCommerce B2c nel Food&Grocery. La pandemia ha quindi aiutato a gettare le fondamenta per lo sviluppo digitale del settore, spronando l'offerta verso importanti investimenti dedicati all'eCommerce B2c e aiutando i consumatori nel loro processo di educazione digitale. Si tratta di elementi permanenti che porteranno l'eCommerce a non essere più marginale nel Food&Grocery e a raggiungere tassi di penetrazione sul totale acquisti retail (ora siamo al 2,5%) in linea con quelli registrati nei principali mercati occidentali.

"Il boost registrato dal Food&Grocery online nel 2020 è stato possibile grazie agli investimenti sostenuti dall'offerta che, spinta dall'emergenza sanitaria, ha finalmente acquisito consapevolezza delle potenzialità dell'eCommerce B2c. Si tratta di un potenziamento del servizio, e della sua capacità di soddisfare la domanda, che ha trovato fin da subito pronti i web shopper italiani", ha spiegato Riccardo Mangiaracina, Responsabile Scientifico dell'Osservatorio eCommerce B2c - School of Management del Politecnico di Milano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli