Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.265,37
    -450,02 (-1,30%)
     
  • Nasdaq

    13.768,92
    -385,10 (-2,72%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    84,83
    -0,72 (-0,84%)
     
  • BTC-EUR

    32.018,17
    -2.524,01 (-7,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    870,86
    +628,18 (+258,85%)
     
  • Oro

    1.836,10
    -6,50 (-0,35%)
     
  • EUR/USD

    1,1355
    +0,0037 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    4.397,94
    -84,79 (-1,89%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8366
    +0,0049 (+0,59%)
     
  • EUR/CHF

    1,0334
    -0,0041 (-0,39%)
     
  • EUR/CAD

    1,4268
    +0,0128 (+0,91%)
     

30enne rientrato in Giappone dall'Italia positivo a variante Omicron

·2 minuto per la lettura
Quarantine support members walk on an international flight arrival floor at Tokyo's Haneda airport on December 1, 2021, as Japan suspended all new flight bookings into the country in response to the Omicron Covid variant. (Photo by Kazuhiro NOGI / AFP) (Photo by KAZUHIRO NOGI/AFP via Getty Images) (Photo: KAZUHIRO NOGI via Getty Images)
Quarantine support members walk on an international flight arrival floor at Tokyo's Haneda airport on December 1, 2021, as Japan suspended all new flight bookings into the country in response to the Omicron Covid variant. (Photo by Kazuhiro NOGI / AFP) (Photo by KAZUHIRO NOGI/AFP via Getty Images) (Photo: KAZUHIRO NOGI via Getty Images)

Un cittadino giapponese di 30 anni rientrato in Giappone dall’Italia il primo dicembre scorso è risultato positivo alla nuova variante Omicron del coronavirus. Lo riferiscono i media giapponesi, che non forniscono ulteriori dettagli ma precisano che sale così a tre il numero di casi della nuova variante già diagnosticati nel Paese. Il primo caso confermato della nuova variante in Giappone è stato isolato in un uomo risultato positivo al coronavirus dopo essere rientrato dalla Namibia lo scorso 28 novembre.

Secondo il portavoce del governo, Hirokazu Matsuno, l’uomo è arrivato all’aeroporto internazionale di Narita a Tokyo, e non risulta che da allora sia entrato in contatto con altri soggetti. Al momento le autorità giapponesi non hanno segnalato alcun altro caso sospetto.

Il governo del Giappone ha deciso di vietare il rientro nel Paese dei residenti stranieri provenienti da 10 Paesi africani dove è già diffusa la variante Omicron del coronavirus. La nuova misura, tesa a contenere la nuova variante del Coronavirus, è entrata in vigore il 2 dicembre, e rimarrà in vigore “per il tempo a venire”, ha annunciato il segretario capo di gabinetto e portavoce dell’esecutivo giapponese, Hirozaki Matsuno. I Paesi inizialmente interessati dal provvedimento sono Angola, Botswana, Eswatini, Lesotho, Malawi, Mozambico, Namibia, Sudafrica, Zambia e Zimbabwe.

I cittadini giapponesi che rientreranno da questi Paesi dovranno sottoporsi obbligatoriamente a un periodo di quarantena, a prescindere dallo stato di vaccinazione. Il premier ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa che Tokyo guarda alla progressiva diffusione della nuova variante “con un forte senso di crisi”. Il Paese aveva revocato soltanto lo scorso 8 novembre il divieto di ingresso per i cittadini stranieri a fini di affari, di studio e di lavoro, a patto che le organizzazioni che li invitano nel Paese si assumano la responsabilità del monitoraggio dei loro spostamenti.

Il governo ha annunciato che la somministrazione delle terze dosi di vaccino contro la Covid-19 nel Paese verrà anticipata “dove possibile”, in risposta alla propagazione a livello globale della nuova variante Omicron del coronavirus. Lo ha dichiarato il vicesegretario capo di gabinetto Seiji Kihara. La somministrazione delle terze dosi di vaccino in Giappone è iniziata la scorsa settimana ed è su base volontaria, per le persone cui sia stata somministrata la seconda dose di vaccino da almeno otto mesi. Kihara ha riferito che il governo si prepara a ridurre l’intervallo di tempo per la terza dose “ad almeno sei mesi”, e che sta valutando se approvare o meno l’impiego del vaccino moderna, che nel Paese ha già ottenuto l’autorizzazione di emergenza per le prime due dosi ma la cui somministrazione è stata di fatto sospesa a seguito di reazioni avverse.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli