Italia markets open in 52 minutes
  • Dow Jones

    34.798,00
    +33,20 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    15.047,70
    -4,50 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    30.237,43
    -11,38 (-0,04%)
     
  • EUR/USD

    1,1719
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    37.703,06
    +1.501,15 (+4,15%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.102,43
    -0,63 (-0,06%)
     
  • HANG SENG

    24.303,24
    +111,08 (+0,46%)
     
  • S&P 500

    4.455,48
    +6,50 (+0,15%)
     

Abbona (Uiv): vendemmia rilancio, segni crescita mercati mondiali

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 set. (askanews) - "L'andamento climatico ci consegna una vendemmia con un calo del 9% ma preservando una ottima qualità in quasi tutte le aree vinicole del paese. Questa è la vendemmia del rilancio, i quantitativi ottenuti ci consentono comunque di mantenere il primato produttivo mondiale e una ottima qualità del prodotto, per migliorare ancora le posizioni del 2019 prima dello stop imposto dalla pandemia. I mercati mondiali sono in ripresa". Lo ha detto Ernesto Abbona, presidente di Unione Italiana Vini, durante la conferenza stampa di presentazione delle previsioni vendemmiali di Uiv, Assoenologi e Ismea.

Abbona ha spiegato che il 2021 sui mercati mondiali sta avendo un andamento positivo, anche superiore a quello del 2019. Nei primi sei mesi dell'anno, ha detto, si sono "registrati segnali di forte crescita in valore negli Usa con +18%, in Canada con +13%, in Svizzera con +19% e in Giappone con +2% e forti rimbalzi ci sono anche in Russia e Cina".

"Nei prossimi mesi la sfida sarà trasferire, almeno in parte, sul mercato il fisioogico rialzo dei prezzi delle uva e del vino, perché l'agricoltura di precisione e la manodopera specializzata hanno un costo", ha detto Abbona. "Dobbiamo proseguire con determinazione, spirito di squadra e logica di sistema nella promozione del sistema Italia" e in questo il Ministero delle Politiche agricole "deve giocare un ruolo da protagonista".

Alla politica il sistema vino chiede di "accelerare, come promesso, l'iter di approvazione del decreto che definirà lo standard unico di sostenibilità nel vino e il logo. Il ministro Patuanelli - ha ricordato Abbona - ci aveva indicato la data di fine settembre ma siamo in zona Cesarini: vorremo cogliere questo traguardo in tempo. Sollecitiamo il ministro e il sottosegretario Centinaio a rispettare i tempi per l'approvazione di questo provvedimento così importante. Chiediamo di tenere fede alle promesse fatte nei tempi previsti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli