Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.274,85
    +233,26 (+1,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    334,11
    -3,39 (-1,00%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8996
    +0,0080 (+0,90%)
     
  • EUR/CHF

    1,0819
    +0,0022 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,5537
    +0,0035 (+0,23%)
     

Abi: al Salone dei pagamenti focus su open banking e euro digitale

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 5 nov. (askanews) - L'open banking, l'economia dei dati e i nuovi servizi digitali, insieme all'open innovation e alle tecnologie applicate ai pagamenti di ultima generazione. Sono i temi principali al centro della tavola rotonda che ha aperto i lavori della seconda giornata del Salone dei pagamenti, l'evento per la prima volta tutto digitale promosso dall'Abi e organizzato da AbiServizi. Una tavola rotonda in cui si è parlato anche della rivoluzione dell'euro digitale, delle possibili opportunità per l'Europa e della direttiva Psd2 a un anno dalla piena attuazione delle regole che governano l'accesso alle informazioni sui conti correnti e la comunicazione sicura tra prestatori di servizi di pagamento. Alla sessione plenaria della mattina hanno partecipato il direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini, e la vicedirettrice generale della Banca d'Italia, Alessandra Perrazzelli, insieme ad alcuni dei principali esponenti del mondo dei pagamenti. "La direttiva Psd2 - ha detto Sabatini - è la madre dell'open banking e del nuovo paradigma che l'accesso aperto ai dati sta affermando, non solo nell'innovazione degli strumenti e dei servizi finanziari ma anche nell'evoluzione della relazione con i clienti e con gli altri operatori". "Il prossimo passo - ha aggiunto Sabatini - è estendere il concetto di accesso aperto ai dati, avviato e regolato nell'ambito dei servizi di pagamento, a tutti i settori economici del mercato unico digitale. Per sviluppare un'economia basata su dati aperti e interoperabili, in cui tutti gli attori possano scambiare in modo reciproco e paritetico i dati di cui dispongono, con l'obiettivo di offrire servizi nuovi e sempre più evoluti a vantaggio dei consumatori e delle imprese".