Italia markets closed
  • Dow Jones

    28.308,79
    +113,37 (+0,40%)
     
  • Nasdaq

    11.516,49
    +37,61 (+0,33%)
     
  • Nikkei 225

    23.567,04
    -104,09 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,1830
    +0,0057 (+0,49%)
     
  • BTC-EUR

    10.046,96
    +651,49 (+6,93%)
     
  • CMC Crypto 200

    238,95
    +0,03 (+0,01%)
     
  • HANG SENG

    24.569,54
    +27,28 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    3.443,12
    +16,20 (+0,47%)
     

Abi: dal 3 ottobre "Invito a palazzo", nelle banche e sul web

Glv
·2 minuti per la lettura

Roma, 29 set. (askanews) - Sabato 3 ottobre parte la 19esima edizione di "Invito a palazzo", la manifestazione promossa dall'Abi "che ogni anno per un'intera giornata mette in mostra opere d'arte e capolavori conservati nelle sedi storiche e moderne delle banche e delle fondazioni di origine bancaria". Fino al 10 ottobre, spiega Palazzo Altieri, l'esperienza continuerà in forma digitale con eventi live streaming, video e visite virtuali sui portali delle banche, delle fondazioni e della Banca d'Italia. Tutti i contributi digitali saranno presenti sul sito della manifestazione (palazzi.abi.it) e su Muvir.eu (muvir.eu), il museo digitale delle banche in Italia. La manifestazione si svolge sotto l'Alto patronato del presidente della Repubblica e ha il patrocinio della commissione nazionale per l'Unesco e del ministero dei beni culturali. "Invito a Palazzo 2020 - afferma il presidente dell'Abi, Antonio Patuelli - si rafforza e si rinnova venendo incontro alle esigenze organizzative dettate dall'emergenza ancora in atto. La manifestazione si svolgerà soprattutto in forma digitale attraverso la promozione di contenuti audio-video e multimediali condivisi con il grande pubblico sui canali digitali, permettendo così ai visitatori di vivere un'esperienza nuova e coinvolgente per avvicinarsi alla conoscenza da punti di vista differenti. Sabato 3 sarà possibile visitare nel rispetto delle misure per contenere tutti i rischi alcune sedi storiche e moderne delle banche e delle fondazioni di origine bancaria, le collezioni d'arte, le mostre temporanee, archivi storici e tanto altro". "Neanche la pandemia ha fermato Invito a palazzo - sottolinea il presidente dell'Acri, Francesco Profumo - questo tradizionale appuntamento autunnale in cui gli edifici storici di banche e fondazioni aprono le loro porte per far ammirare alle comunità i tesori d'arte che custodiscono. Quest'anno le visite saranno prevalentemente virtuali, ma non per questo saranno meno interessanti per il pubblico che vi parteciperà. Perchè anche, e forse soprattutto, in questi tempi di incertezza abbiamo bisogno di riscoprire la bellezza del patrimonio storico-artistico dei nostri territori, che costituisce una porzione insostituibile della nostra identità. Con l'auspicio di poter tornare al più presto ad ammirarli dal vivo".