Italia Markets closed

Abitare In chiude il bilancio al 30 settembre con un utile di 6,4 mln

simone borghi

Il cda di Abitare In ha approvato il progetto del bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 30 settembre 2019. L’esercizio si è chiuso con un utile consolidato pari a 6,4 milioni di ieri. I ricavi consolidati, pari a 44,6 milioni, sono composti principalmente dalla variazione rimanenze per l’avanzamento lavori delle iniziative immobiliari, per un ammontare pari a 35 milioni, e dalla variazione delle rimanenze per acquisto di nuovi complessi immobiliari, per un importo pari a 8 milioni.

Il particolare, si rileva il significativo incremento della variazione rimanenze per l’avanzamento lavori dovuto alla prosecuzione dei lavori di Abitare In Maggiolina e all’inizio delle fasi di sviluppo dei progetti Milano City Village e Trilogy Towers. Tale andamento, determinato dall’incremento della produzione, ha comportato un aumento della marginalità (passata dall’8% dello scorso esercizio al 21% dell’esercizio 2019) e un significativo incremento dell’EBT che è passato da 3,7 a 9,4 milioni. Con riferimento al Business Plan per il periodo 2019-2021 approvato dalla società lo scorso 27 settembre, si precisa che i ricavi effettivi risultanti dal progetto di bilancio sono leggermente superiori ai ricavi previsti da piano (nel piano pari a 42 milioni), in ragione dell’anticipazione di alcune lavorazioni.

Commenta così Luigi Gozzini, Presidente di Abitare In: “L’esercizio 2019 ha rappresentato per la nostra società un periodo di forte accelerazione, che ci ha portati in breve tempo a ricoprire una posizione di leadership nel mercato residenziale milanese. I risultati di bilancio, insieme alla qualità della nostra pipeline, confermano la solidità del nostro business”.