Italia markets closed
  • FTSE MIB

    19.285,41
    +208,46 (+1,09%)
     
  • Dow Jones

    28.335,57
    -28,09 (-0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.548,28
    +42,28 (+0,37%)
     
  • Nikkei 225

    23.516,59
    +42,32 (+0,18%)
     
  • Petrolio

    39,78
    -0,86 (-2,12%)
     
  • BTC-EUR

    10.922,47
    +50,73 (+0,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,05
    -1,40 (-0,54%)
     
  • Oro

    1.903,40
    -1,20 (-0,06%)
     
  • EUR/USD

    1,1868
    +0,0042 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.465,39
    +11,90 (+0,34%)
     
  • HANG SENG

    24.918,78
    +132,65 (+0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.198,86
    +27,45 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,9096
    +0,0063 (+0,69%)
     
  • EUR/CHF

    1,0723
    +0,0000 (+0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,5567
    +0,0044 (+0,28%)
     

Abruzzo, Marsilio a Conte: momento dei tecnici per ricostruzione

Xab
·1 minuto per la lettura

Pescara, 3 set. (askanews) - "Siamo tutti d'accordo sui contenuti, ho quindi proposto di prendere quarantotto ore per mettere insieme i tecnici degli Uffici speciali delle quattro Regioni del sisma centro Italia e l'Anci in rappresentanza dei Comuni per dire al Governo come scrivere le norme affinché funzionino e siano efficaci. Bisogna fidarsi di queste competenze e ho chiesto al Premier Conte e al Commissario Legnini di fare questo lavoro e cogliere questa ultima opportunità". Lo ha dichiarato il presidente e della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, al termine della lunga riunione sullo stato dell'arte della ricostruzione del Sisma del Centro Italia 2016, tenuta questo pomeriggio a Palazzo Chigi. Per rispettare i protocolli di sicurezza sanitaria, l'incontro si è tenuto nel cortile di Palazzo Chigi alla presenza del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, del Commissario Straordinario alla ricostruzione, Giovanni Legnini, dei Presidenti delle Regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo e di oltre novanta Sindaci del cratere. "Dopo tante occasioni mancate - ha aggiunto Marsilio - il combinato disposto del Decreto Semplificazioni di agosto deve essere l'occasione per arrivare finalmente ad una conclusione. Purtroppo, finora i testi dei decreti legge che arrivano in Parlamento sono sempre stati troppo stitici, bisogna sempre aggiungere molto e non si capisce bene chi le scriva queste norme, nonostante abbiamo messo, come Comuni e come Regioni, a disposizione i direttori degli Uffici, che ormai hanno acquisito monumentali competenze tecniche sulla ricostruzione."