Italia markets close in 5 hours 50 minutes
  • FTSE MIB

    21.402,45
    +47,80 (+0,22%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,86 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,14 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    26.153,81
    +218,19 (+0,84%)
     
  • Petrolio

    107,52
    -0,91 (-0,84%)
     
  • BTC-EUR

    18.411,00
    +116,22 (+0,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    415,21
    -4,93 (-1,17%)
     
  • Oro

    1.808,10
    +6,60 (+0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,0453
    +0,0026 (+0,25%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.830,35
    -29,44 (-0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.465,66
    +17,35 (+0,50%)
     
  • EUR/GBP

    0,8617
    -0,0005 (-0,06%)
     
  • EUR/CHF

    1,0022
    +0,0020 (+0,20%)
     
  • EUR/CAD

    1,3423
    -0,0011 (-0,08%)
     

Accise, tassa soggiorno e canone Rai: ecco le tasse più odiate da italiani

(Adnkronos) - Accise, tassa soggiorno e canone Rai: sono questi i balzelli in cima alla top ten delle tasse più odiate dagli italiani secondo uno studio di Krls Network of Business Ethics per Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani-Aps condotto attraverso lo Sportello del Contribuente.

In base al sondaggio la tassa più invisa agli italiani è quella delle accise su benzina, energia elettrica e metano che quest’anno hanno fatto lievitare sensibilmente il costo del carburante e di tutte le bollette elettriche e gas. Al secondo posto si colloca la tassa di soggiorno percepita dai Comuni, tre cittadini su quattro la ritengono illegittima per i cittadini italiani. Al terzo posto si piazza il Canone Rai, che è risultato anche l’imposta più evasa. Al quarto posto si colloca l’Iva che, con l’aliquota ordinaria al 22%, supera tutti gli altri principali paesi europei come il Lussemburgo al 17%, Malta al 18% la Germania, Romania e Cipro al 19%. Ma ciò che i contribuenti trovano più assurdo è la differenziazione di aliquota tra pannolini e pannoloni, carrozzine e carrozzelle. Mantiene il quinto posto il sempre verde 'bollo auto'. A seguire al sesto posto troviamo Imu-Tasi-Tari e Tares; al settimo i ticket sanitari; ottavo, i contributi per i consorzi di bonifica; nono posto all'Irap ed infine al decimo l'Irpef.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli