Italia Markets closed

##Accordo all'Eurogruppo su capacità di bilancio dell'Eurozona -2-

Loc

Lussemburgo, 10 ott. (askanews) - Dopo una estenuante trattativa con i paesi rigoristi (soprattutto l'Olanda e i paesi della nuova "Lega anseatica"), l'accento del nuovo "bilancio dell'Eurozona" è stato posto invece tutto sulla funzione di "convergenza", ovvero l'incentivo alle riforme strutturali per i paesi che rispettano il Patto di Stabilità. Per i paesi rigoristi, la priorità era evitare il "rischio morale" di aiuti che secondo loro deresponsabilizzerebbero gli Stati, disincentivando il risanamento delle finanze pubbliche, e insistere nel rifiuto categorico di trasformare l'Unione monetaria in una "unione dei trasferimenti".

E' rimasto, tuttavia, nell'accordo dell'Eurogruppo un margine minimo di intervento (il 20% restante dei fondi) previsto per la stabilizzazione dei paesi membri in crisi economica (quelli sottoposti a "sfide specifiche", secondo la terminologia usata), allo scopo di sostenere "pacchetti di riforme e investimenti particolarmente ambiziosi rispetto alle priorità dell'Eurozona". In più, per i paesi in "gravi circostanze economiche" sarà possibile ridurre della metà il tasso, normalmente fissato al 25%, di co-finanziamento nazionale degli investimenti sostenuti dal Bicc.

"E' uno strumento innovativo rispetto agli altri strumenti finanziari dell'Unione" ma "non si tratta di un nuovo fondo di coesione", perché "tutti i paesi membri riceveranno i fondi" ha spiegato Centeno. "Finalmente - ha concluso il presidente dell'Eurogruppo - l'Eurozona entra nei principi basilari di qualsiasi manuale di economia riguardo alle unioni economiche e monetarie. Ora qualsiasi studente che comincia a studiare l'economia potrà capire meglio che cos'è l'Eurozona".