Italia Markets open in 2 hrs 28 mins

Accordo Assofondipensione-Cdp a supporto dell'economia del... -2-

Red/Rar

Milano, 2 dic. (askanews) - Per favorire le adesioni sia dei nuovi assunti sia degli occupati, Maggi ha proposto un semestre di silenzio-assenso, sull'esempio di quanto avvenuto nel 2007 e nel rispetto del principio di volontarietà. Sul tema dell'adesione tramite il cosiddetto contributo contrattuale, Maggi ha sostenuto che "occorre fare un passo in avanti e trovare, anche d'intesa con le parti sociali, le soluzioni per promuovere conoscenza e consapevolezza degli iscritti sull'opportunità di una adesione piena dal punto di vista contributivo (quindi anche con il TFR), senza la quale si generano posizioni modeste che rischiano rapidamente di essere erose dai costi, minacciando così l'efficienza complessiva del sistema". Soprattutto tra i giovani, ha sottolineato il presidente di Assofondipensione, la conoscenza della previdenza complementare rimane poco diffusa, e questo fa sì che la percentuale di aderenti under 34 sia minima.

E' necessario, anche da parte delle istituzioni, un rilancio delle attività di informazione e di educazione previdenziale. "In questo contesto - ha affermato Maggi - come Assofondipensione siamo orgogliosi di collaborare con Edufin, Covip e Università Bocconi al progetto pilota sull'educazione previdenziale nei posti di lavoro". Sul tema dell'adesione tramite il cosiddetto contributo contrattuale, Maggi ha sostenuto che occorre fare un passo in avanti e trovare, anche d'intesa con le parti sociali, le soluzioni per promuovere conoscenza e consapevolezza degli iscritti sull'opportunità di una adesione piena dal punto di vista contributivo (quindi anche con il TFR), senza la quale si generano posizioni modeste che rischiano rapidamente di essere erose dai costi, minacciando così l'efficienza complessiva del sistema. (segue)