Italia Markets close in 1 hr 50 mins
  • FTSE MIB

    17.913,31
    +41,03 (+0,23%)
     
  • Dow Jones

    26.310,04
    -349,07 (-1,31%)
     
  • Nasdaq

    10.924,32
    -261,28 (-2,34%)
     
  • Nikkei 225

    22.977,13
    -354,81 (-1,52%)
     
  • Petrolio

    35,50
    -0,67 (-1,85%)
     
  • BTC-EUR

    11.399,50
    +11,63 (+0,10%)
     
  • CMC Crypto 200

    260,33
    -3,30 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.882,90
    +14,90 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,1681
    +0,0003 (+0,0234%)
     
  • S&P 500

    3.260,49
    -49,62 (-1,50%)
     
  • HANG SENG

    24.107,42
    -479,18 (-1,95%)
     
  • Euro Stoxx 50

    2.957,08
    -2,95 (-0,10%)
     
  • EUR/GBP

    0,9015
    -0,0017 (-0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0689
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,5545
    -0,0005 (-0,03%)
     

Accordo Diners Club e PagoPA su incentivazione pagamenti digitali

Lfe
·1 minuto per la lettura

Milano, 28 set. (askanews) - Diners Club Italia ha siglato un accordo con PagoPA per poter procedere con la fase di approfondimento tecnico delle procedure previste dal Piano Cashless che sarà introdotto in Italia dal prossimo 1° dicembre. "Il Piano Cashless è un progetto fondamentale per la digitalizzazione del nostro Paese - ha detto Giglio Del Borgo, amministratore delegato di Diners Club Italia - e rappresenta un passaggio fondamentale per incrementare la propensione degli italiani all'utilizzo della moneta elettronica. Diners Club Italia sta predisponendo tutte le azioni e le procedure per poter essere protagonista di questo cambiamento, attraverso un'interlocuzione e una collaborazione attiva al processo con il Governo e gli altri principali players del mercato. Si tratta di accelerare un processo che porterà certamente dei benefici in termini di circolante e potrà modificare, in meglio, la quotidianità e le abitudini dei cittadini. Diners Club Italia ha svolto un ruolo di primaria importanza per la storia dell'innovazione dei pagamenti del nostro Paese. Nel 1958 siamo stati la prima carta di credito emessa in Italia, e oggi, dopo oltre 60 anni, siamo orgogliosi di continuare a contribuire al miglioramento del Sistema Paese". Il progetto, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, prevede la restituzione del 10% delle spese sostenute con transazioni digitali per un ammontare massimo di 3.000 euro. Il rimborso, in rate semestrali, è riconosciuto a patto che siano effettuate almeno 50 transazioni ogni 6 mesi. Secondo le stime del Tesoro potrebbero essere coinvolti nell'iniziativa 10 milioni di cittadini nei primi sei mesi. Inoltre, sarà introdotto un credito di imposta, pari al 30% del valore delle commissioni pagate dai merchant per le transazioni elettroniche. (nella foto: Giglio Del Borgo, amministratore delegato di Diners Club Italia)