Italia markets open in 58 minutes
  • Dow Jones

    34.479,60
    +13,40 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    14.069,42
    +49,12 (+0,35%)
     
  • Nikkei 225

    29.155,19
    +206,46 (+0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,2109
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • BTC-EUR

    32.574,21
    +3.482,12 (+11,97%)
     
  • CMC Crypto 200

    983,24
    +41,43 (+4,40%)
     
  • HANG SENG

    28.842,13
    +103,23 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    4.247,44
    +8,26 (+0,19%)
     

Accredia, Massimo De Felice è il nuovo presidente

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 giu. (askanews) - Massimo De Felice è il nuovo presidente di Accredia, l'Ente unico nazionale di accreditamento degli organismi di certificazione e ispezione e dei laboratori di prova, medici e di taratura. Succede a Giuseppe Rossi che ha ricoperto il ruolo per due mandati consecutivi dal 2015.

De Felice è docente della Facoltà di Ingegneria dell'Informazione, Informatica e Statistica dell'Università Sapienza di Roma, e dal 2012 al 2019 è stato presidente dell'Inail e vicepresidente di Uni.

Da anni collabora con istituzioni pubbliche e imprese, è stato autore di numerose pubblicazioni sui temi della finanza, delle scienze attuariali e sulla gestione di imprese e istituzioni. Nel 2001 gli è stato assegnato il premio internazionale Ina-Accademia dei Lincei per le Scienze Assicurative.

Oltre all'elezione del presidente, il Consiglio Direttivo di Accredia ha nominato tre nuovi vicepresidenti: Gaetana Ferri (Ministero della Salute) per i rapporti con la P.A., Natalia Gil Lopez (Cna) per i rapporti con le imprese e Paolo Vigo (Ministero dell'Università e della Ricerca) per i rapporti con il settore della taratura.

"Ringrazio il Consiglio Direttivo di Accredia per questo importante incarico, che mi onora particolarmente. L'accreditamento è ormai un'attività significativa, sempre più riconosciuta a livello nazionale e comunitario come dimostrano la crescita degli accreditamenti, il ricorso costante della P.A. al principio di sussidiarietà attraverso gli affidamenti dei controlli all'Ente di accreditamento e la recente pronuncia della Corte di Giustizia europea. La Corte ha affermato infatti due principi fondamentali: il pieno ed esclusivo riconoscimento in Italia dell'attività di Accredia, a scapito degli altri Enti stranieri che vogliano operare nel nostro Paese, e l'accreditamento quale attività di autorità pubblica. Voglio complimentarmi - prosegue De Felice - con il Presidente Rossi e tutta la struttura di Accredia per come hanno affrontato l'ultimo drammatico anno, a causa della pandemia. L'apporto dell'Ente non è venuto meno assicurando la continuità operativa di Organismi e Laboratori, collaborando con il Governo nel tutelare la salute dei cittadini attraverso la corretta informazione su mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale", ha commentato De Felice.

"Mi auguro che sempre più imprese e professionisti decidano di certificarsi sotto accreditamento, garantendo i cittadini e il sistema Paese in generale. Assicuro impegno e disponibilità mia e di Accredia come ausilio a imprese e istituzioni, sia sul fronte nazionale, che su quello internazionale, dove l'Ente vuole continuare a ricoprire un ruolo di primo livello", ha concluso De Felice.

De Felice guiderà Accredia nel percorso di crescita ed evoluzione delle sue attività, a tutela degli interessi pubblici.