Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.303,17
    -633,83 (-2,05%)
     
  • Nasdaq

    13.270,60
    -355,47 (-2,61%)
     
  • Nikkei 225

    28.635,21
    +89,01 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,2114
    -0,0055 (-0,45%)
     
  • BTC-EUR

    25.290,43
    -1.393,83 (-5,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    615,55
    -24,37 (-3,81%)
     
  • HANG SENG

    29.297,53
    -93,77 (-0,32%)
     
  • S&P 500

    3.750,77
    -98,85 (-2,57%)
     

Acquisti online, le donne comprano più abbigliamento, gli uomini elettronica

Gaia Terzulli
·2 minuto per la lettura
Acquisti online, le donne comprano più abbigliamento, gli uomini elettronica
Acquisti online, le donne comprano più abbigliamento, gli uomini elettronica

Un'indagine condotta da Eurostat fa luce sulle diverse abitudini di cittadine e cittadini in Europa: i maschi navigano nel web più delle femmine, ma la spesa è identica per vacanze e viaggi

Dall’aspettativa di vita al divario retributivo, uomini e donne sono da sempre universi distanti, anche per quelle “piccole” abitudini che rendono peculiari i due generi. Internet fa anche qui la sua parte e a spiegare come è un’indagine condotta da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione europea, in collaborazione con gli Istituti nazionali di statistica degli Stati membri dell’Ue, Regno Unito e dei Paesi dell’Efta (Associazione europea di libero scambio).

LO STUDIO

S’intitola “La vita delle donne e degli uomini in Europa” e illustra, in tre capitoli, in cosa differiscono gli stili di vita di uomini e donne in Europa: dall’alimentazione alle prospettive di carriera, fino all’utilizzo di internet. A quest’ultimo punto lo studio dedica alcuni paragrafi, evidenziando gli aspetti in cui più è marcata la differenza tra i due sessi.

LO SHOPPING ONLINE

Primo tra tutti, gli acquisti online. Secondo Eurostat le donne sono più propense a comprare abbigliamento su internet, mentre gli uomini tendono all’elettronica. In particolare, il 69% della popolazione europea femminile ordina vestiti online, contro il 57% di quella maschile. Viceversa, una percentuale maggiore di uomini acquista film (28% contro il 21% delle donne) e attrezzature elettroniche (32% contro il 16% delle donne).

ALTRE SPESE

Le differenze si assottigliano sulle spese per casalinghi (44% e 42%) e biglietti per eventi (38% e 39%), fino a sparire del tutto quando si tratta di prenotazioni di viaggi e alloggi per le vacanze (52% sia per le donne che per gli uomini).

UOMINI E DONNE E-SHOPPER A CONFRONTO

In generale, la tendenza all’acquisto online è leggermente più accentuata per gli uomini rispetto alle donne: nel 2019 il 68% di queste ha fatto shopping su internet rispetto al 69% dei maschi. Un dato in linea con il trend di utilizzo generale della rete: stando all’indagine, nel 2019 l’83% delle donne tra i 16 e i 74 anni navigava nella rete almeno una volta alla settimana. Per gli uomini la percentuale sale all’85%.

NON SOLO ACQUISTI ONLINE

Quanto agli altri scopi della navigazione online, la popolazione femminile dell’Ue risulta meno interessata di quella maschile ad apprendere le notizie da internet: il 70% delle utenti ha utilizzato il web a tale scopo negli ultimi tre mesi rispetto al 74% dei colleghi maschi). Sull’internet banking il divario di genere è meno accentuato: vi ricorrono, rispettivamente, il 62% delle donne e il 65% degli uomini. Ancora più affini si rivelano i due sessi sul tema della ricerca del lavoro: procedono su internet il 19% delle cittadine europee e il 18% dei cittadini.