Italia markets close in 7 hours 10 minutes
  • FTSE MIB

    26.900,07
    +402,00 (+1,52%)
     
  • Dow Jones

    35.227,03
    +646,95 (+1,87%)
     
  • Nasdaq

    15.225,15
    +139,68 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    28.455,60
    +528,23 (+1,89%)
     
  • Petrolio

    70,98
    +1,49 (+2,14%)
     
  • BTC-EUR

    45.577,96
    +2.504,37 (+5,81%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.328,31
    +68,15 (+5,41%)
     
  • Oro

    1.779,40
    -0,10 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,1266
    -0,0020 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    4.591,67
    +53,24 (+1,17%)
     
  • HANG SENG

    23.983,66
    +634,28 (+2,72%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.228,31
    +91,20 (+2,20%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0416
    -0,0025 (-0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,4326
    -0,0067 (-0,47%)
     

Adempimento spontaneo: termine di notifica prolungato a 150 giorni invece che a 60

·1 minuto per la lettura
Cinque mesi per pagare le cartelle esattoriali
Cinque mesi per pagare le cartelle esattoriali

L’ultima novità in materia di Decreto fiscale prevede che ci saranno cinque mesi di tempo per pagare le cartelle. Per quanto riguarda dunque gli adempimenti spontanei il termine di notifica è stato prolungato a 150 giorni invece che a 60. Questo per quanto riguarda le cartelle fiscali andate a notifica dal primo settembre al 31 dicembre 2021.

Decreto fiscale, ci saranno cinque mesi invece che due per pagare

Si tratta di una misura contenuta in decreto e che è stata illustrata dopo il Consiglio dei Ministro di Palazzo Chigi con cui si è dato disco verde al provvedimento. Ecco uno stralcio guida della nota ufficiale: ‘Viene prolungato a 150 giorni dalla notifica, in luogo di 60, il termine per l’adempimento spontaneo delle cartelle di pagamento notificate dal primo settembre al 31 dicembre 2021”.

Cinque mesi per un decreto fiscale “largo”: la novità

E ancora: “’Fino allo scadere del termine dei 150 giorni non saranno dovuti interessi di mora e l’agente della riscossione non potrà agire per il recupero del debito‘”. Quello che il Parlamento aveva chiesto al Governo Draghi era più tempo per pagare le cartelle.

Italia Viva e Partito Democratico dietro i cinque mesi del “nuovo” Decreto fiscale

La proposta arrivata dalle commissioni Finanze di Camera e Senato, presiedute rispettivamente da Luigi Marattin di Italia Viva e Luciano D’Alfonso del Partito Democratico,in merito al voto sul documento di stato della riscossione depositato dal ministro dell’Economia, Daniele Franco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli