Italia Markets closed

Aggiornamento dei prezzi del greggio – I rischi relativi alla bilancia dei prezzi sono passati al ribasso

James Hyerczyk

I futures sul petrolio greggio intermedi e di riferimento internazionale del Texas occidentale degli Stati Uniti stanno salendo più in alto dopo che un debole tentativo di ridurre i minimi della scorsa settimana non è riuscito ad attrarre abbastanza venditori per sostenere la mossa. Alcuni trader citano un rapporto del governo che mostra solo modesti acquisti di hedge fund come una delle ragioni del tentativo di negoziazione di oggi.

Alle 13:44 GMT, il greggio di marzo WTI è scambiato a $ 59,10, in rialzo di $ 0,10 o +0,12% e il petrolio greggio di marzo Brent è a $ 65,09, in rialzo di $ 0,11 o +0,17%.

Hedge fund in attesa

Secondo Reuters, l’aumento delle tensioni in tutto il Medio Oriente dopo l’uccisione di un generale iraniano da parte di uno sciopero aereo degli Stati Uniti, i gestori di hedge fund ha aggiunto solo modestamente alla loro posizione rialzista nel petrolio la scorsa settimana.

Gli hedge fund hanno fortemente scommesso sulla ripresa del prezzo del petrolio quest’anno, i prezzi nell’accelerare la crescita globale, la politica di produzione restrittiva dell’Arabia Saudita e la continua tensione a corto di guerra tra Stati Uniti e Iran.

Di conseguenza, il potenziale di aggiungere ulteriori posizioni rialziste è più limitato rispetto a un paio di mesi fa e i prezzi sono vulnerabili a una brusca correzione se la crescita delude o la minaccia di conflitti aperti diminuisce.

Rapporti di posizione della Commissione di negoziazione futures su materie prime statunitensi e rapporti di posizione futures su ICE Europa

Gli hedge funds e gli altri gestori monetari hanno aumentato la loro posizione rialzista nei sei più importanti contratti futures e opzioni sul petrolio di soli 19 milioni di barili nella settimana fino al 7 gennaio.

Le posizioni rialziste sono aumentate del minimo per cinque settimane, secondo i record di posizione CFTC e ICE.

Alla vigilia dell’attacco aereo che ha ucciso Qassem Soleimani aveva già accumulato una grande posizione rialzista in carburanti grezzi e raffinati come benzina e diesel, che potrebbero aver scoraggiato ulteriori acquisti. Inoltre, la crisi scoppiata il 3 gennaio sembrava già essere contenuta entro il 7 gennaio, probabilmente contribuendo al limitato aumento delle posizioni rialziste evidente nei registri settimanali.

Previsioni giornaliere

L’azione dei prezzi della scorsa settimana e i dati della posizione indicano che gli hedge fund si stanno accumulando ma non stanno inseguendo il greggio in rialzo. Ciò suggerisce che sebbene siano rialzisti, sono più interessati all’acquisto di valore piuttosto che a prezzi gonfiati, determinati dagli eventi.

Dal punto di vista del posizionamento, la bilancia dei rischi di prezzo si è spostata al ribasso, con fondi che già detengono molte posizioni rialziste e vulnerabili a notizie economiche deludenti o allentamento delle tensioni nel Golfo.

Escludendo le maggiori riacutizzazioni in Medio Oriente, sosteniamo ancora che il greggio WTI di marzo sarà probabilmente scambiato da $ 57,79 a $ 55,99 nel breve termine.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: