Italia markets close in 4 hours 32 minutes
  • FTSE MIB

    24.090,70
    +2,05 (+0,01%)
     
  • Dow Jones

    33.821,30
    -256,33 (-0,75%)
     
  • Nasdaq

    13.786,27
    -128,50 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.508,55
    -591,83 (-2,03%)
     
  • Petrolio

    62,02
    -0,65 (-1,04%)
     
  • BTC-EUR

    45.782,40
    -274,43 (-0,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.253,10
    +18,69 (+1,51%)
     
  • Oro

    1.780,90
    +2,50 (+0,14%)
     
  • EUR/USD

    1,2013
    -0,0027 (-0,23%)
     
  • S&P 500

    4.134,94
    -28,32 (-0,68%)
     
  • HANG SENG

    28.621,92
    -513,81 (-1,76%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.968,01
    +27,55 (+0,70%)
     
  • EUR/GBP

    0,8618
    -0,0016 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,1026
    +0,0009 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,5126
    -0,0044 (-0,29%)
     

Aggiustamenti posizioni in attesa di Powell della Yellen

Bruno Chastonay
·2 minuto per la lettura

Nervosismo sale, movimenti limitati, e focus invariati, su vaccini, geopolitica, debiti, ad alimentare i timori. Con il VIRUS sempre in avanzamento in EU, ulteriori strette delle attività, e quindi maggiori apprensioni per la RIPRESA globale, che era prevista in pochi mesi. La GER prolunga al 18aprile le chiusure, UK blinda le frontiere, e altri a seguire. ASPETTATIVE eccessivamente ottimistiche presenti, con rinvio quasi certo, e con revisione al ribasso dei DATI economici. La ECB, dopo la Bundesbank ieri, ha sottolineato le previsioni di un 2.Trimestre negativo marcato, ulteriori misure a sostegno previste, aumento degli acquisti di BONDS via QE e vari, e mette in evidenza alle Banche il rischio credito e le sofferenze. Ultimi 7giorni acquisti per 22bln, ITL-ESP oltre 100bln, e GRE con il 30anni in domanda elevata per 6bln. In CH 3 tranche per 1bln. Poi YIELDS, dopo il rialzo marcato recente, causato da un ampio sell-off dei BONDS, ora in consolidamento, entro ulteriori liquidazioni di posizioni LONG, e acquisti da parte dei fondi e banche centrali varie, interventi verbali e diretti, guardando alle ASTE governative di lungo termine, onde valutare la domanda. Attesa per il 7anni per 62bln USA. Per le riunioni di POLITICA MONETARIA non ci sono state grandi sorprese, eccetto il rialzo TASSI URSS, TURK, e la riduzione marcata delle aspettative per mossa analoga in NZ. Il 25pv avremo la riunione BNS-CH, che dovrebbe riconfermare tassi e interventi. Un occhio su POWELL e YELLEN, per il loro testimonio FED, per i commenti che ne sortiranno, ed eventuali su YIELDS e FED.

In aumento, come sottolineato piu’ volte, le tensioni GEOPOLITICA, dovute alle SANZIONI, DAZI, e misure di RITORSIONE, in atto entro USA-CINA, USA-URSS, in primis, e a coinvolgere UK, EU. GUERRA COMMERCIALE, che si amplia in “contro tutta la CONCORRENZA”, e quindi a coinvolgere oltre alle Nazioni, Alleanze e Accordi vari, i SETTORI quali AUTO verso elettrificazione (valore mercato Germania da solo oltre 230bln), TELEFONIA 5G, VACCINI, ENERGIA e PETROLIO, TASSE DOGANALI e DAZI-SANZIONI, NORDSTREAM 2 forniture di GAS, TECNOLOGIA, INFORMATICA. E con la situazione sempre degenerante del virus, aumentano i timori per la ripresa, e quindi per la domanda futura di PETROLIO, METALLI, TURISMO, RISTORAZIONE, e vanno a sostenere il commercio ON-LINE, focalizzando l’attività economica della CINA, motore trainante della potenziale ripresa. OGGI calo correttivo per YIELDS in attesa di Fed, dopo balzo eccessivo in breve termine. SPREAD invariato. METALLI, COMMODITY in rientro, PETROLIO rinnovo calo, rivisto min precedente. VOLATILITA’ in rialzo. INDICI cedono con Asia, Cina e HK, da viaggi, turismo, energia e petroliferi, auto, industriali da maggior timori sanzioni/geopolitica e andamento virus. Meglio telecom, sotto tono banche, rialzo BNS. Sulle VALUTE bene il DOLLARO, YEN, stabile CHF, NORDICHE, ASIA, YUAN, LATAM. Meglio BRAS e calo ARG. Recupero TURK, calo NZD e cedono ANGLO, GBP, EURO, EST-Eu, male URSS. CRIPTO -5/-8pc.

Autore: Bruno Chastonay Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online