Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.195,36
    +6,98 (+0,02%)
     
  • Nasdaq

    13.520,83
    +63,58 (+0,47%)
     
  • Nikkei 225

    28.756,86
    +233,60 (+0,82%)
     
  • EUR/USD

    1,2155
    +0,0040 (+0,33%)
     
  • BTC-EUR

    26.196,73
    -2.653,92 (-9,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    630,49
    -49,42 (-7,27%)
     
  • HANG SENG

    29.927,76
    -34,71 (-0,12%)
     
  • S&P 500

    3.853,12
    +1,27 (+0,03%)
     

Sondaggio Tecnè/Dire: gli italiani piace l'idea di un rimpasto di governo, favorevole il 57,4%

Federica Olivo
·Giornalista, Huffpost
·2 minuto per la lettura
- (Photo: Tecné/Dire)
- (Photo: Tecné/Dire)

L’idea di un rimpasto di governo piace agli italiani. Il 57,4% di loro ritiene che l’esecutivo ha bisogno di cambiare alcuni ministri per rafforzare la sua azione.
A rivelarlo ‘Monitor Italia’, il sondaggio realizzato dall’Istituto Tecne’ per l’Agenzia Dire. Non è favorevole al rimpasto il 15,4%, mentre non ha un’opinione il 27,2% degli intervistati.

È invece contraria al rimpasto la maggioranza degli elettori dei partiti di governo. Il 52,8% non approva il cambiamento della squadra di Conte, mentre è favorevole il 41,9%. Non ha un’opinione precisa il 5,3% degli elettori.

Gli italiani che hanno votato per i partiti di maggioranza sono nettamente contrari al coinvolgimento dell’opposizione per pianificare l’utilizzo dei fondi che arriveranno dall’Europa. Tra i sostenitori dei giallorosa solo il 12,8% ritiene che sia giusto coinvolgere il centrodestra, mentre il 77,5% si dichiara contrario. Il 9,7% non ha un’opinione precisa.

Diversa la situazione tra tutti gli intervistati, indipendentemente dal partito che votano, dove la maggioranza è favorevole, ma con una percentuale del 42,0%, i contrari sono il 32,9% mentre è indeciso o non sa rispondere il 25,1%.

- (Photo: Tecné/Dire)
- (Photo: Tecné/Dire)

La maggior parte degli italiani (87,8%) fiducia nei vaccini obbligatori, ma aumentano gli scettici nei confronti dell’antidoto contro il Covid, che arriverà nei prossimi mesi.

Diminuisce, infatti, la quota di italiani che si dichiara disponibile a fare il prima possibile il vaccino anti Covid. La maggioranza degli interpellati è sempre più propensa ad attendere per capire se il vaccino è sicuro. A rivelarlo il
sondaggio Monitor Italia, realizzato dall’Istituto Tecne’ per l’agenzia Dire. In una settimana, tra il 20 e il 27 novembre, cala dal 35,2% al 31,3% la percentuale di quanti rispondono che faranno il prima possibile il vacci...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.