Italia markets close in 7 hours 15 minutes
  • FTSE MIB

    25.352,32
    +36,75 (+0,15%)
     
  • Dow Jones

    33.945,58
    +68,61 (+0,20%)
     
  • Nasdaq

    14.253,27
    +111,79 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.874,89
    -9,24 (-0,03%)
     
  • Petrolio

    73,33
    +0,48 (+0,66%)
     
  • BTC-EUR

    28.625,92
    +1.370,30 (+5,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    819,29
    +24,97 (+3,14%)
     
  • Oro

    1.783,20
    +5,80 (+0,33%)
     
  • EUR/USD

    1,1943
    0,0000 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    4.246,44
    +21,65 (+0,51%)
     
  • HANG SENG

    28.817,59
    +507,83 (+1,79%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.109,38
    -13,75 (-0,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8544
    -0,0015 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0960
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4676
    -0,0017 (-0,12%)
     

Agricoltura, Battistoni: raccolta kiwi, Italia tra leader mondiali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 giu. (askanews) - "Nel Dl sostegni 2 abbiamo stanziato 105 milioni di euro per l'incremento del Fondo di solidarietà nazionale previsto dal decreto legislativo 102 del 2004; si tratta di un primo passo necessario per ristorare i danni a produzioni, strutture e impianti produttivi delle aziende colpite dalle gelate e brinate dell'aprile 2021, che hanno compromesso tantissime produzioni ortofrutticole, specie al centro ed al nord Italia". Così il senatore Francesco Battistoni, sottosegretario alle politiche agricole, alimentari e forestali nel suo intervento ai lavori della tavola rotonda sulla gestione del rischio nella Filiera dell'Actinidia, organizzato dal Mipaaf attraverso Ismea.

L'Italia, con oltre 520 mila tonnellate e quasi 25 mila ettari coltivati, di cui 6500 a biologico, è il terzo produttore mondiale di kiwi, dietro alla Cina ed alla Nuova Zelanda.

"Annovero - ha ricordato il sottosegretario con delega all'ortofrutta - tra le cose positive, la battaglia che stiamo conducendo in Europa per la nuova PAC relativamente all'aumento dall'1 al 3% della dotazione nazionale per pagamenti diretti per la gestione del rischio climatico. Se andrà in porto, sarà un risultato significativo, che ci permetterà di affrontare i prossimi anni con più marginalità di ristoro".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli