Italia Markets closed

Agricoltura, Istat: 413mila imprese agricole, 61% senza... -2-

Mlp

Roma, 2 dic. (askanews) - La maggior parte delle unità produttive agricole è concentrata nelle regioni del Sud: Puglia, Sicilia, Calabria e Campania sono le prime quattro regioni, dove si concentrano oltre 700 mila aziende (46,9% del totale). Tra le regioni del Nord il Veneto ha il maggior numero di aziende (88 mila, il 5,8%). Nel Centro, il Lazio con 100 mila aziende copre il 6,9% del totale. Le regioni che presentano valori più elevati di SAU sono Puglia, Sicilia e Sardegna rispettivamente con oltre 1,3 milioni di ettari, mentre la regione con meno superficie è la Liguria con 4 mila ettari di SAU (0,4%).

Riguardo alla dimensione aziendale in termini di SAU, a un valore di 8,4 ettari di media nazionale, corrispondono livelli regionali differenziati, con valori più elevati nelle regioni del Nord (20,5 ettari di SAU media in Lombardia, 14,7 in Emilia Romagna, 12,9 in Piemonte) e più contenuti al Sud (7,4 in Sicilia, 5,5 in Puglia, 4,2 in Campania) a eccezione della Sardegna (dimensione media di 20,1 ettari). Si conferma quindi l'esistenza di due sistemi agricoli differenziati: più strutturato al Nord e più polverizzato al Sud. Questa peculiarità si riflette nella distribuzione regionale delle unità produttive per tipologia. Le imprese agricole tendono a essere la tipologia prevalente nelle regioni del Nord, risultato di un contesto agricolo altamente strutturato. In Lombardia si registrano circa 28 mila unità (54% delle unità della regione), 36 mila (52,4%) in Emilia Romagna, 32 mila (48,1%) in Piemonte. LA SAU gestita dalle imprese agricole in queste tre regioni supera l'80% della SAU regionale. Le aziende agricole di persone fisiche tendono a prevalere soprattutto al Sud e nelle Isole: 78 mila aziende (54%) in Calabria con il 22,7% di SAU gestita, 57 mila aziende in Campania (44%) con 14,8% di SAU detenuta, seguite da Sicilia e Sardegna rispettivamente con 69 mila aziende (35,8%) che detengono l'8,7% di SAU e 23 mila aziende (35%) con il 5,9% di SAU.

Il peso di questa categoria con prevalenti finalità di autoconsumo appare evidente anche nelle regioni del Centro, in particolare nel Lazio, dove rappresenta il 44,9% delle unità della regione e detiene il 10,2% della SAU. Tra le regioni del Nord una quota elevata di aziende gestite da famiglie si rileva solo in Liguria con il 33,4% e il 12,9% di SAU. Il peso delle aziende agricole di unità produttive attive con attività agricola secondaria tende a essere simile in tutte le regioni, attestandosi su valori che vanno dal 4,6% della Sardegna al 6,8% delle Marche; livelli relativamente più elevati si evidenziano solo nel Trentino.