Italia Markets close in 7 hrs 20 mins

Agricoltura, Olio di Puglia IGP registrato in ambito UE

Fgl

Roma, 3 gen. (askanews) - L'olio di Puglia IGP è la trecentesima denominazione italiana registrata in ambito comunitario. Lo rende noto il Ministero delle Politiche Agricole, alimentari e forestali.

"Un risultato importantissimo" commenta la ministra Teresa Bellanova "che testimonia l'impegno dei produttori pugliesi nella ricerca della qualità e nella attenzione particolare alla cura degli oliveti, nonostante le numerose criticità che hanno dovuto affrontare nel corso dell'ultima annata".

La situazione, infatti, ricorda il Ministero, continua ad essere critica sia per il continuo calo del prezzo dell'olio, dovuto, tra l'altro, alla concorrenza del prodotto estero, che per il forte calo della produzione, dovuto al venir meno di moltissime piante causa la presenza della xylella.

Proprio per questo, l'iscrizione da parte di Bruxelles della IGP "Olio di Puglia" rappresenta un grande passo in avanti verso la valorizzazione di un territorio ricco di risorse ed un viatico, oltre ché un rilevante riconoscimento, per l'agricoltura dell'intera regione, sottolinea il Mipaaf.

La zona di produzione della IGP comprende l'intero territorio regionale pugliese. Diverse le imprese che hanno aderito al sistema di controllo dell'IGP nell'anno 2019. Al momento risultano 348 produttori, 54 frantoi e 44 tra confezionatori e intermediari.

In via approssimativa si può stimare per la campagna in corso una potenzialità di 324.000 circa tonnellate di olive, 5.200 circa tonnellate di "Olio di Puglia" IGP.