Italia markets open in 2 hours 19 minutes

Agricoltura, piano nazionale contro sfruttamento e caporalato

Mlp

Roma, 20 feb. (askanews) - Prevenzione, più vigilanza e contrasto, uniti a protezione, assistenza e reinserimento socio-lavorativo per le vittime. È quanto prevede il primo Piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato (2020-2022), approvato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

In apertura del tavolo, la titolare del Dicastero, Nunzia Catalfo, ha ringraziato i presenti - in particolare, i Ministri Bellanova e Provenzano - per lo straordinario impegno dimostrato da ciascuna Amministrazione nell'affrontare il tema con un approccio operativo davvero condiviso e di cui essere fieri. "La collaborazione di tutti, a ogni livello - ha messo in rilievo Catalfo - non era affatto un risultato scontato".

Proseguendo sull'approvazione del Piano triennale, ha illustrato quanto esso "abbracci ogni aspetto del problema, definendo un articolato modello di governance che passa appunto dal Tavolo". Il Piano è il frutto della collaborazione di tutte le Istituzioni impegnate a livello centrale, regionale e locale contro lo sfruttamento e il caporalato, riunite nel Tavolo presieduto dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e aperto anche ad associazioni di categoria, sindacati e Terzo settore. Il Tavolo, inoltre, è supportato dall'International Labour Organization nell'ambito di un programma di sostegno alle riforme strutturali (SRSP) finanziato dalla Commissione Europea. Partendo da una mappatura dei territori e dei fabbisogni di manodopera agricola, il Piano affianca interventi emergenziali e interventi di sistema o di lungo periodo, seguendo 4 assi strategici: prevenzione; vigilanza e contrasto; protezione e assistenza; reintegrazione socio-lavorativa.