Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.151,42
    +252,08 (+0,72%)
     
  • Nasdaq

    15.782,38
    +290,73 (+1,88%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,92
    -467,70 (-1,63%)
     
  • EUR/USD

    1,1283
    -0,0037 (-0,33%)
     
  • BTC-EUR

    51.517,57
    +2.472,53 (+5,04%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.456,09
    +27,16 (+1,90%)
     
  • HANG SENG

    23.852,24
    -228,28 (-0,95%)
     
  • S&P 500

    4.657,30
    +62,68 (+1,36%)
     

Agricoltura sociale: 120 mila euro per finanziare progetti di inclusione

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 nov. (askanews) - Agro-social: Seminiamo Valore, il programma di Confagricoltura e JTI Italia (Japan Tobacco International) che mette al centro l'agricoltura e le aziende agricole, è giunto alla seconda edizione dopo il successo dello scorso anno. Il progetto, nato per favorire lo sviluppo di attività imprenditoriali di crescita sostenibile dei territori, incentiva iniziative di inserimento sociale e lavorativo dei soggetti e delle aree più deboli.

La cerimonia di premiazione dei progetti vincitori si terrà il 16 novembre a Roma, alle ore 11.00, presso Palazzo Della Valle, storica sede di Confagricoltura. La seconda edizione di quest'anno premierà le migliori idee imprenditoriali appartenenti a tre specifiche categorie, particolarmente colpite dagli effetti della pandemia e al centro della strategia italiana del PNRR: imprenditoria femminile, rilancio delle aree interne e sviluppo per il Sud. Ciascun progetto, dopo esser stato selezionato da una giuria di esperti, riceverà un finanziamento pari a 40.000 euro, per un totale di 120mila euro destinati all'agricoltura sociale.

"Il bando 2021, giunto alla sua conclusione, mette in risalto il ruolo primario dell'agricoltura nella ripresa economica del Paese. Ma soprattutto l'importanza della sostenibilità sociale, che non deve mai essere trascurata anche nei momenti di difficoltà. Per JTI, infatti, il tema della sostenibilità non è soltanto ambientale, ma anche sociale ed economico. E siamo convinti che solo attraverso l'integrazione di questi tre concetti sarà possibile stimolare nuovi modelli di sviluppo, in particolare per le comunità rurali, con progetti concreti che sappiano porre le basi per un futuro più equo e inclusivo", afferma Gian Luigi Cervesato, Presidente e Amministratore Delegato di JTI Italia.

L'obiettivo prioritario del bando, in linea con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza del Governo, è di contribuire alla riduzione del divario economico e sociale del Paese, creare occupazione, sostenere la transizione verde e migliorare la capacità di ripresa dell'Italia puntando sulla produttività e la specificità dei territori, vera ricchezza da cui ripartire oggi.

"Progetti come Agro-social sono esempio di uno sviluppo virtuoso che permette di coniugare le politiche di welfare con la crescita economica, occupazionale e sociale puntando sulla capacità creativa e innovativa dei territori" ha commentato Cervesato. "Siamo lieti che al nostro fianco ci sia di nuovo un partner storico come Confagricoltura, col quale da anni collaboriamo per la messa in opera di progetti capaci di generare un vero cambiamento all'interno di tutta la filiera".

Negli ultimi vent'anni, infatti, JTI Italia ha investito oltre 600 di milioni di euro in progetti di sviluppo del territorio, dei quali 350 dedicati solamente al comparto tabacchicolo. A questo proposito, l'azienda collabora da tempo con le istituzioni per favorire un rinnovamento e una semplificazione del sistema fiscale, che tenga conto della programmazione e che sappia fornire certezze a tutti gli attori in gioco, dai coltivatori alle aziende. L'obiettivo è sempre lo stesso: rendere il Paese più forte e attrattivo a livello internazionale e garantire il futuro della filiera agricola italiana e delle persone che vi lavorano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli