Italia Markets closed

Agroalimentare, Grow!: più infrastrutture per imprese competitive

Sen

Roma, 10 gen. (askanews) - Rispondere alla crescente esigenza di rendere le imprese agricole italiane ancora più competitive sui mercati internazionali grazie una maggiore presenza di infrastrutture fisiche e digitali. Sono questi gli obiettivi del secondo appuntamento di Grow!, l'Action Tank di Agrinsieme, il coordinamento nazionale che riunisce Cia-Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle Cooperative Italiane dell'Agroalimentare, che si è tenuto oggi a Roma. Dopo il successo della scorsa edizione, Grow! intende continuare a mettere a disposizione dei decisori pubblici e dei propri associati un innovativo laboratorio di riflessione sulle policy che influenzano il futuro del settore.

"L'ottimizzazione della rete infrastrutturale, sia materiale che immateriale, si traduce in mercati domestici più efficienti e in una migliore trasmissione del prezzo, nonché in una maggiore competitività sui mercati internazionali; per questo riteniamo di fondamentale importanza aver riunito oggi una significativa rappresentanza del mondo imprenditoriale agricolo e cooperativo italiano, che quotidianamente si confronta con le difficoltà del mercato nazionale e globale e ha la possibilità di rappresentare la propria esperienza alle istituzioni", ha spiegato il coordinatore nazionale di Agrinsieme Franco Verrascina introducendo i lavori della giornata.

"La modernizzazione delle infrastrutture è fondamentale se vogliamo stare al passo con i tempi e arrivare con facilità ai mercati di tutto il mondo - ha spiegato in un messaggio Gian Marco Centinaio, ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del Turismo - siamo tra i paesi che producono di più, eppure nei mercati emergenti siamo lontani rispetto ai nostri competitor. Oggi il nostro obiettivo è quello di recuperare rispetto a loro. L'Italia deve cavalcare la globalizzazione anziché subirla: è uno strumento per farsi conoscere, crescere, aumentare il proprio business".

"L'innovazione del sistema agricoltura italiano passa necessariamente attraverso le infrastrutture, fisiche e digitali. Sul digitale molto abbiamo fatto in questi mesi: gli accordi con Amazon, eBay, Alibaba, l'ecommerce, su cui ormai si muove tutto il mercato che conta. Dobbiamo ancora lavorare, implementare quello che abbiamo, concretizzare interventi infrastrutturali che il modo agricolo in primis ci chiede. Il mio obiettivo è quello di creare una logica di sistema, costruire la visione di un'Italia che si promuove in modo professionale, che si può vendere al modo, ad armi pari. È una sfida che voglio vincere e a cui dobbiamo concorrere tutti insieme", ha concluso Centinaio.