Italia markets closed

Aifi: nel 2019 investiti 7,2 mld euro in 370 operazioni

Bos

Milano, 23 mar. (askanews) - Nel 2019, il mercato italiano del capitale di rischio ha registrato investimenti per 7,2 miliardi di euro (-26% sul 2018) in 370 operazioni (+3%). Se si escludono le infrastrutture, l'ammontare(6,7 mln) risulterebbe in linea con il 2018. Sono i dati diffusi oggi da Aifi - l'asociazione italiana del private equity e del venture capital presieduta da Innocenzo Cipolletta - in collaborazione con PwC- Deals sul mercato italiano del capitale di rischio.

Lo scorso anno, la raccolta del private equity e venture capital è stata pari a 1,591 miliardi di euro, di cui 1,566 miliardi reperiti sul mercato. Si tratta di un dato pari alla metà (-54%) del valore registrato nel 2018 attestatosi, che era stato di 3,415 miliardi, fortemente influenzato da alcuni closing di significativa importanza.

"Il mercato del private capital italiano rimane caratterizzato da un'evoluzione erratica, legata al realizzarsi di alcune operazioni importanti in un trend poco evolutivo", ha commentato Cipolletta. "Pesa - ha aggiunto - la carenza di operatori di rilievo e di fondi dei fondi nazionali tali da far crescere il numero e la dimensione degli operatori italiani. Nel 2019 i soli fondi di fondi operanti in Italia sono stati quelli internazionali che tuttavia stentano a ritrovare condizioni di investimento adatto ai loro target. Urge in Italia, come in altri Paesi europei, avere un operatore di grandi dimensioni che sappia convogliare il risparmio, che resta abbondante nel nostro Paese. In questa direzione si sta muovendo Cdp con FII, ma servono dimensioni più rilevanti di quelle finora concepite".