Italia markets closed

Air Italy: cosa rischia chi ha già acquistato il biglietto?

Fta
 

E' stata convocata per oggi martedì 11 febbraio u’assemblea straordinaria da parte dei soci di Air Italy per discutere della grave crisi finanziaria in cui versa la compagnia aerea.

Chi è Air Italy?

Air Italy è una compagnia aerea italiana di proprietà AQA Holding per il 51% e di Qatar Airways per il 49%. AQA Holding a propria volta è controllata al 51% dal gruppo industriale Alisarda, in possesso della maggioranza delle azioni dell'aeroporto di Olbia. La sede di Air Italy è a Olbia in Costa Smeralda mentre la base operativa principale è a Milano Malpensa. Il marchio Air Italy è stato introdotto nel marzo 2018 in seguito alla decisione da parte dell'azionista di maggioranza, AQA Holding, di rilanciare la compagnia Meridiana (ex Alisarda). La decisione comportava appunto il cambio della denominazione sociale da Meridiana Fly in Air Italy e l'adozione di un nuovo logo e di una nuova livrea per gli aeromobili della flotta, attualmente costituita da otto Boeing 737 e cinque Airbus A330.

Cosa è successo negli ultimi due anni

Dalla nascita del nuovo marchio nel 2018 i problemi si sono susseguiti: quella che infatti doveva essere una operazione di rilancio non ha mai portato ai frutti sperati, il promesso aumento della flotta aerea non si è concretizzato, le parole sono rimaste tali mentre i numeri si sono colorati di rosso. Il 2018 è stato chiuso dalla società con perdite pari a 164 milioni di euro ed il 2019 non sembra essere andato meglio anzi, stando alle indiscrezioni, sembra che siano stati superati i 200 milioni di perdite.

Cosa accade ora?

Negli ultimi giorni sono stati cancellati alcuni voli, in particolare quelli dell'11 e del 12 febbraio verso Accra e Lagos, ma potrebbero essere decisioni dovute anche a motivazioni diverse dalla crisi, quello che è certo è che "Il Corriere della Sera" ha provato a chiedere delucidazioni ai vertici della società, senza tuttavia ottenere risposte.

I sindacati sono sul piede di guerra e dopo aver indetto uno sciopero lo scorso 7 febbraio ribadiscono come il patto per il rilancio di Air Italy altro non fosse se non una mera operazione di facciata per licenziare centinaia di lavoratori. Licenziamenti che tra l'alto sono stati riconosciuti illegittimi dai Tribunali competenti.

Quali rischi per chi ha già acquistato i biglietti?

Tra le varie opzioni sul tavolo dell'incontro odierno potrebbe esserci anche quella della liquidazione della società, sempre secondo le indiscrezioni del Corriere della Sera. Per il momento non vi sono comunque certezze e per quanto i biglietti possano essere "garantiti" da altre compagnie sarà necessario attendere l'esito dell'incontro per avere un quadro più chiaro. Eventuali risvolti negativi interesserebbero inoltre anche l'aeroporto di Malpensa, che negli obiettivi della società sarebbe diventato il nuovo Hub.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online