Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.505,91
    +370,92 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    10.969,23
    +139,72 (+1,29%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9702
    +0,0104 (+1,09%)
     
  • BTC-EUR

    20.173,59
    -534,52 (-2,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    446,07
    +17,29 (+4,03%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.697,47
    +50,18 (+1,38%)
     

Airbus vede crescita divisione elicotteri su crisi energetica, spese militari

Elicotteri in fase d'assemblaggio presso uno stabilimento Airbus a Marignane, vicino Marsiglia, in Francia

MARIGNANE, FRANCIA (Reuters) - Airbus Helicopters prevede che i nuovi ordini e le consegne continueranno a crescere quest'anno, ha detto a Reuters il Ceo Bruno Even, in quanto la ricerca di nuovi approvvigionamenti energetici e l'aumento delle spese militari accelerano la ripresa del settore dell'ala rotante, da tempo in crisi.

Protetta dai servizi di pubblica utilità, la domanda di elicotteri ha subito meno il contraccolpo del Covid-19 rispetto al settore aereo, che è rimasto a terra. Ma l'incombente crisi energetica e il riaggiustamento delle priorità in seguito alla guerra in Ucraina hanno dato un ulteriore impulso alla ripresa.

"Ci aspettiamo un anno molto forte in termini di ordini, soprattutto in termini di valore", ha detto Even mentre il più grande produttore di elicotteri civili del mondo celebra il suo 30° anniversario da quando ha preso il volo con una fusione franco-tedesca.

"Ci aspettiamo anche una crescita dei ricavi, che sarà sostenuta dalla crescita dei servizi e delle consegne di elicotteri".

Gli ordini erano già aumentati grazie anche a un'importante commessa militare francese, raggiungendo la cifra record di 8,55 miliardi di euro nel 2021 dopo un decennio di declino generale guidato dalle aziende petrolifere offshore. Quest'anno sono stati registrati ulteriori contratti militari.

"Il 2021 ha davvero segnato un punto di svolta rispetto agli anni precedenti, che sono stati difficili per il settore", ha detto Even a Reuters.

Le ore di volo, che determinano i ricavi da servizi che costituiscono quasi la metà delle vendite di Airbus Helicopters, sono tornate ai livelli pre-Covid del 2019 e il numero di elicotteri di seconda mano disponibili - un freno alle nuove vendite - è diminuito, ha aggiunto.

"Stiamo vedendo i primi segnali positivi nel mercato del petrolio e del gas (e) segnali positivi di ripresa dell'attività e delle ore di volo", ha detto Even.

Il numero medio di impianti petroliferi a livello mondiale è aumentato del 24% nei primi otto mesi del 2022, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, ma rimane inferiore ai livelli del 2019, Secondo Baker Hughes.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Sabina Suzzi)