Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.558,73
    -913,99 (-1,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Al via Agriumbria, la prima fiera agricola a ripartire in Italia

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 set. (askanews) - "È importante essere oggi qui ed è per me un'occasione unica per ringraziare gli attori del sistema agroalimentare italiano e umbro. Sistema che in questo anno e mezzo di difficoltà non si è fermato, pur con alcuni casi difficili, ha dato ossigeno e sostanza al Paese. Un settore che, viste le previsioni nel 2021 segnerà +50 miliardi di export, circa un 16% in più rispetto all'anno precedente. Un settore che si è rimesso in gioco forse più di altri e che attraverso innovazione e nuovi modelli organizzativi sta rispondendo alle sfide globali che abbiamo avanti, soprattutto in ottica di sostenibilità e qualità". Lo ha detto Gian Marco Centinaio, sottosegretario alle Politiche agricole, al taglio del nastro di Agriumbria,l a fiera dell'agricoltura, della zootecnica e dell'alimentazione, in edizione straordinaria, che fino a domenica 19 settembre sarà al centro del mondo agricolo italiano.

Per tre giorni oltre 400 stand (aziende che provengono per 30 % dall'Umbria, per il 35% dal Centro Sud e per la restante parte dal Centro Nord), diversi appuntamenti tecnici, presentazioni e dimostrazioni pratiche. Un'edizione speciale, quella di Agriumbria, anche per quanto riguarda la vetrina delle razze animali da allevamento e da latte. Se infatti i concorsi internazionali sono rimandati all'edizione del 2022, questo fine settimana, per la prima volta nella storia delle fiere, saranno presenti tutte le razze italiane iscritte all'albero genealogico: dagli ovicaprini ai bovini, passando per gli animali da corte fino ad arrivare ai cavalli da lavoro.

Oltre 200 specie di animali tutte insieme, grazie anche alla forte collaborazione con l'Associazione italiana allevatori che gestirà il paddock tra i padiglioni espositivi. Questi i numeri che danno la dimensione di Agriumbria 2021, la fiera dell'agricoltura, della zootecnica e dell'alimentazione, in edizione straordinaria, che fino a domenica 19 settembre sarà al centro del mondo agricolo italiano. Molte le novità, le tendenze e le innovazioni tecniche e tecnologiche che saranno presentate nei diversi settori produttivi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli