Italia markets close in 3 hours 26 minutes
  • FTSE MIB

    26.022,30
    +260,20 (+1,01%)
     
  • Dow Jones

    34.814,39
    +236,82 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    15.161,53
    +123,77 (+0,82%)
     
  • Nikkei 225

    30.323,34
    -188,37 (-0,62%)
     
  • Petrolio

    72,38
    -0,23 (-0,32%)
     
  • BTC-EUR

    40.720,88
    +10,75 (+0,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.234,43
    +37,21 (+3,11%)
     
  • Oro

    1.772,80
    -22,00 (-1,23%)
     
  • EUR/USD

    1,1772
    -0,0054 (-0,46%)
     
  • S&P 500

    4.480,70
    +37,65 (+0,85%)
     
  • HANG SENG

    24.667,85
    -365,36 (-1,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.180,29
    +34,35 (+0,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8505
    -0,0030 (-0,35%)
     
  • EUR/CHF

    1,0882
    +0,0017 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4871
    -0,0046 (-0,31%)
     

Al via il Salone del Risparmio, Assogestioni: ponte con l’economia reale

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 15 set. (askanews) - "Il supporto all'economia è il reale motore di crescita per la nostra industria: vogliamo essere un ponte tra risparmio privato ed economia reale". Così Tommaso Corcos, presidente di Assogestioni, in apertura dell'undicesima edizione del Salone del Risparmio che ha preso il via oggi al MiCo di Milano fino al 17 settembre. Un'edizione ibrida, in presenza e in streaming, con un ricco programma di appuntamenti che prevede 115 conferenze e seminari formativi e la partecipazione di più di 350 relatori che analizzeranno le sfide del risparmio gestito nel post-pandemia.

Corcos ha aperto i lavori analizzando gli ultimi cambiamenti epocali, accelerati dalla pandemia, che hanno innescato un'evoluzione della natura dei modelli di business di tutti i settori e del ruolo sistemico del settore, ricordando come l'industria abbia "retto gli impatti della pandemia con una grande capacità di adattamento e soprattutto lo ha fatto prendendosi cura del risparmio degli italiani. E' stato un grandissimo risultato". "L'industria del risparmio gestito ha avuto una grande capacità di adattamento e ha fronteggiato shock improvvisi e grandi cambiamenti non solo sul mercato ma anche sui clienti e sulle modalità con cui si fa il business - ha sottolineato Corcos - In questo mare agitato ha saputo mantenere la rotta, consolidando un decennio di crescita patrimoniale positivo grazie agli aiuti di governi, banche centrali e autorità per far ripartire l'economia". In Italia gli ultimi dati aggiornati ci dicono che a luglio il patrimonio gestito ha messo a segno un nuovo record storico a 2.545 miliardi, con la raccolta che nei primi sette mesi dell'anno ha toccato i 57,7 miliardi.

Il presidente di Assogestioni si è quindi soffermato sul ruolo che può giocare il risparmio gestito per accelerare la ripartenza del Paese: "Possiamo essere protagonisti del rilancio del Paese - ha detto Corcos - Il Next Generation Ue il Pnrr rappresentano una grande opportunità per essere protagonisti delle trasformazioni in atto, abbiamo la responsabilità di accompagnare questi cambiamenti". "Nei prossimi mesi abbiamo la grande responsabilità di impiegare bene le risorse europee e l'ingente liquidità depositata nei conti correnti degli italiani per trasformare il nostro modello di crescita rendendolo sostenibile. L'auspicio - ha proseguito Corcos - è che l'industria del risparmio gestito a continui a essere slancio e motore vitale per il nostro paese e che si avvii una nuova stagione di prosperità".

Un grande contributo al rilancio può arrivare dai Pir. "Nel 2020 ci sono stati grandi cambiamenti normativi, ci siamo riavvicinati alla formulazione originaria dei Pir e questo ha consentito all'industria di ripartire - ha spiegato Corcos - Sappiamo tutti che è un motore un po' lento a farlo ripartire, il 2020 si è chiuso con una raccolta negativa ma si vedono già segnali positivi perchè nel secondo trimestre 2021 abbiamo avuto una raccolta positiva. Siamo arrivati a 20 miliardi di stock in generale coi Pir che hanno investito nei mercati meno capitalizzati 5,5 miliardi di risorse: è una grande storia di successo". "Anche i Pir alternativi sono uno strumento di grande opportunità", ha proseguito il numero uno di Assogestioni. "Per funzionare bene sarebbe importante rinnovare il credito d'imposta per altri quattro anni e anche ipotizzare la cessione del credito d'imposta", secondo modalità già sperimentate in altre iniziative.

Non solo supporto all'economia reale, anche sviluppo sostenibile e digitalizzazione sono i temi al centro del Salone del Risparmio. La sostenibilità ambientale "è un tema centrale per l'industria del risparmio gestito, la vera sfida che ha di fronte la società", ha detto il numero uno di Assogestioni. "L'industria globale detiene il 25% delle attività finanziaria e il 40% delle azioni globali: significa che la nostra voce viene ascoltata nei consigli di amministrazione delle aziende. Come investitori istituzionali abbiamo spazio per assumere posizioni di leadership per raggiungere gli obiettivi di 0 emissioni nette. È una strada che viene chiesta dai nostri sottoscrittori: quest'anno la raccolta sui fondi sostenibili ha superato la raccolta sui fondi tradizionali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli