Italia markets open in 4 hours 40 minutes

Al via operazione Alitalia

webinfo@adnkronos.com

Il consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane, valutate le conferme di interesse pervenute, ha individuato Atlantia quale partner da affiancare a Delta Air Lines e al ministero dell’Economia e delle Finanze per l’operazione Alitalia. FS Italiane inizierà a lavorare quanto prima con i partner individuati per condividere un Piano industriale e gli altri elementi dell’eventuale offerta. 

"Prendiamo atto della decisione odierna presa dal cda di Fs restando convinti del valore delle nostre linee guida di piano presentate, basate sulla crescita e sullo sviluppo di Alitalia nel medio e lungo termine" dichiara il gruppo Toto, che aveva presentato la propria manifestazione di interesse per Alitalia ed è rimasto escluso. 

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, prende "atto delle decisioni assunte dal governo in merito alla vicenda Alitalia. Tengo comunque a sottolineare di aver ottemperato, con la massima precisione e puntualità alle condizioni che sono state poste dal ministero competente per partecipare all’operazione di salvataggio della compagnia di bandiera: dalla manifestazione di interesse presentata nei tempi richiesti alle garanzie bancarie attestanti la serietà e la solidità della mia offerta". "Non intendo contestare le scelte del governo che - sottolinea Lotito - hanno seguito logiche provviste di ragioni diverse da quelle strettamente imprenditoriali che costituiscono il fondamento della mia manifestazione di interesse, basata sull’essenzialità delle sinergie industriali da apportare al piano". "Mi preme, inoltre, rilevare di aver assunto un’iniziativa con la piena consapevolezza degli impegni economici, finanziari, manageriali e morali che avrei dovuto affrontare e con la ferma volontà di poter mettere al servizio degli interessi del Paese oltre alle disponibilità finanziarie richieste, anche la competenza dell’intero mio gruppo e la mia passione civile", conclude Lotito. 

"Alitalia è la nostra compagnia di bandiera, sono i nostri aerei, sono i nostri lavoratori. Io non canto mai vittoria prima di vedere le carte e un serio piano industriale, perché non faccio campagna elettorale sulla pelle delle famiglie e delle persone. Ma oggi possiamo dire di aver posto le basi per il rilancio di Alitalia" ha commentato il vicepremier Luigi Di Maio, in un post su Fb. "E lo possiamo dire a gran voce perché - ha sottolineato - avevamo ereditato una situazione disastrosa, cominciata con il vecchio governo Berlusconi e portata avanti dal Pd. Noi siamo riusciti a trovare una soluzione e questo è un grande risultato. Un grande risultato raggiunto dopo settimane di lavoro intenso. Mentre qualcuno oggi si prendeva un caffè al tavolo e recitava la solita parte, qui abbiamo fatto la differenza".  

"Il consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato, che è autonomo, ha scelto Atlantia come quarto partner del consorzio della nuova Alitalia. Erano arrivate altre offerte, ma hanno scelto Atlantia. Nessun pregiudizio, già lo avevo detto, anche perché lo Stato continuerà ad avere la maggioranza assoluta dell’azienda e quindi anche il controllo della newco", ha evidenziato. "Era questo l’obiettivo che si era fissato il governo. Sia chiara una cosa però: niente e nessuno cancellerà i 43 morti del Ponte Morandi. Niente e nessuno cancellerà il dolore delle loro famiglie. Sulla revoca della concessione ad Autostrade non indietreggiamo di un solo centimetro! Andiamo avanti. Meno parole, più fatti!", ha concluso Di Maio.