Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    14.275,30
    +233,71 (+1,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.781,90
    -23,60 (-1,31%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Al via i pagamenti tramite WhatsApp

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Al via i pagamenti tramite WhatsApp
Al via i pagamenti tramite WhatsApp

L’app di messaggistica è pronta a lanciarsi nel mercato dei pagamenti digitali. Per ora il servizio è disponibile solo in India e si appoggia alla piattaforma UPI

Trasferire denaro sarà semplice come inviare messaggi. Presto infatti sarà possibile effettuare pagamenti digitali attraverso WhatsApp. Per ora l’app di messaggistica ha lanciato il servizio solamente in India, dove conta una base di 400 milioni di utenti, per tutti coloro che possiedono un conto corrente locale o una carta di debito, l’equivalente del nostro Bancomat. La nuova funzione è disponibile con l’ultimo aggiornamento, scaricabile dall’App Store di Apple o da Google Play.

LA MOSSA DI WHATSAPP

Per implementare il servizio, WhatsApp ha stretto un accordo con cinque grandi banche indiane: ICICI Bank, HDFC Bank, Axis Bank, State Bank of India e Jio Payments Bank. La nuova funzione si appoggia sulla United Payments Interface (UPI), piattaforma creata dal maggior processore di pagamenti digitali del paese, la National Payments Corporation of India. UPI consente alle app associate di accedere a più conti bancari in modo sicuro e di effettuare transazioni online e trasferimenti di denaro peer-to-peer in tempo reale.

LA POTENZA DI UPI

Il mercato dei pagamenti digitali in India nel 2019 valeva 64,8 miliardi di dollari e l’ultimo rapporto del settore stima che la cifra possa salire a 135,2 miliardi nel 2023. In questo contesto UPI è la piattaforma maggiormente utilizzata nel Paese: a ottobre ha elaborato più di 2,07 miliardi di transazioni ed è supportato da quasi 190 istituti di credito locali.

LA CONCORRENZA

“Con UPI l’India ha creato qualcosa di veramente speciale, sta aprendo un mondo di opportunità per micro e piccole imprese che sono la spina dorsale dell’economia indiana”, ha dichiarato Mark Zuckerberg. Il CEO di Facebook ha annunciato inoltre che la funzione di pagamento digitale di WhatsApp è già disponibile in dieci idiomi regionali indiani. L’app di messaggistica dovrà affrontare la concorrenza di operatori già presenti come Google Pay, PhonePe di Walmart e Paytm, supportato da Alibaba.