Italia markets open in 4 hours 30 minutes
  • Dow Jones

    33.815,90
    -321,41 (-0,94%)
     
  • Nasdaq

    13.818,41
    -131,81 (-0,94%)
     
  • Nikkei 225

    28.991,49
    -196,68 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,2024
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    41.196,96
    -4.415,64 (-9,68%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.106,19
    -136,86 (-11,01%)
     
  • HANG SENG

    28.973,43
    +218,09 (+0,76%)
     
  • S&P 500

    4.134,98
    -38,44 (-0,92%)
     

Alitalia, Baccini: "Situazione sta degenerando, 11.500 famiglie coinvolte in mattanza"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

“Esprimo una pesante preoccupazione per la degenerazione della questione Alitalia-Ita. L'ipotesi di una mini-compagnia aerea di 40 aeromobili, con le migliaia di licenziamenti conseguenti, rappresenterebbe una vera e propria emergenza sociale per il nostro territorio e si configurerebbe come una pietra tombale sulle reali speranze di rilancio della compagnia di bandiera". Lo dichiara Mario Baccini capogruppo dell’opposizione di centrodestra a Fiumicino.

"Dopo i tanti proclami di salvataggio e di piani industriali volti alla competitività sul mercato europeo ed internazionale, sembra - sottolinea Baccini - che la montagna abbia partorito un topolino. È giunto il momento in cui ogni protagonista istituzionale del nostro Comune debba prendere posizione a difesa delle 11.500 famiglie coinvolte in questa mattanza. I lavoratori non possono e non devono pagare per l'ennesima volta la mala-gestione di un' azienda che rappresenta non solo la stessa Fiumicino ma l'italianità tutta. I tre miliardi stanziati per il comparto del Trasporto Aereo dal "decreto rilancio" non possono avallare una criticità occupazionale così drammatica”.