Italia Markets closed

Alitalia, Uilt: nuovo scenario? Convocare subito il sindacato

Glv

Roma, 24 nov. (askanews) - Se per Alitalia si profila un "ennesimo cambio di scenario" il governo deve dimostrare "di esistere con atti concreti" e "convocare subito il sindacato". Lo affermano il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, e il segretario nazionale Ivan Viglietti. "Per l'ennesima volta - dicono i sindacalisti - apprendiamo dagli organi di stampa presunte rilevanti novità circa la preoccupante crisi di Alitalia. Finora il governo non ha ritenuto di avviare il confronto con chi rappresenta i lavoratori, oltre 11mila diretti e più di 30mila di indotto".

"Ora apprendiamo - spiegano Tarlazzi e Viglietti - che il governo starebbe decidendo di passare da progetti di vero rilancio, investimenti e zero esuberi, come più volte promesso, a soluzioni di migliaia di potenziali fuoriuscite, abiurando le prospettive di crescita nelle aree di business principali, quali flotta, manutenzione e handling, che verrebbero addirittura spacchettate in diverse unità aziendali".

"Se ciò fosse confermato - sottolineano i due sindacalisti della Uilt - saremmo di fronte a una manifesta incapacità del governo e della politica di gestire la crisi industriale di un settore vitale per il paese. Il trasporto aereo è allo sbando e ha più che mai bisogno di essere riformato e che gli impegni più volte assunti e ribaditi siano mantenuti".

"I lavoratori e i cittadini - avvertono Tarlazzi e Viglietti - non possono pagare il prezzo di una tale incapacità. Non assisteremo inermi a questo ennesimo disastro del tessuto produttivo italiano. Il governo smetta di giocare con tanta superficialità col futuro dei lavoratori di Alitalia e convochi immediatamente il sindacato. Non c'è più tempo nè pazienza per dare spazio a ulteriori teatrini".