Italia markets open in 1 hour 43 minutes
  • Dow Jones

    28.308,79
    +113,37 (+0,40%)
     
  • Nasdaq

    11.516,49
    +37,61 (+0,33%)
     
  • Nikkei 225

    23.669,23
    +102,19 (+0,43%)
     
  • EUR/USD

    1,1854
    +0,0025 (+0,21%)
     
  • BTC-EUR

    10.324,53
    +977,13 (+10,45%)
     
  • CMC Crypto 200

    245,76
    +6,85 (+2,87%)
     
  • HANG SENG

    24.767,12
    +197,58 (+0,80%)
     
  • S&P 500

    3.443,12
    +16,20 (+0,47%)
     

Alitalia, Vestager: non lontana decisione Ue su aiuti di Stato

Loc
·2 minuti per la lettura

Bruxelles, 7 ott. (askanews) - È ormai vicina la decisione della commissione Ue che concluderà l'indagine dell'antitrust Ue in corso sugli aiuti di Stato all'Alitalia. "È corretto dire che la la decisione non è molto lontana nel tempo", ha detto la vicepresidente della commissione responsabile per la Concorrenza, Margrethe Vestager, rispondendo ai giornalisti durante una videoconferenza stampa, e precisando che non si tratta dell'indagine antitrust più lunga della storia comunitaria. Rispondendo a una domanda sulla possibilità che sia creata una "new company" per rilevare Alitalia, in modo che questa nuova società non sia obbligata a ripagare gli aiuti di Stato eventualmente dichiarati illegali dalla Commissione, Vestager ha detto: "Quale sarà la soluzione proposta dal governo italiano, con cui siamo in stretto contatto, non posso pre-giudicarlo". Ma, ha proseguito la vicepresidente della Commissione, "in genere, se prendiamo una decisione su aiuti di Stato illegali e non compatibili con il Trattato Ue, devono essere ripagati. In pratica, se c'è una 'new company' ma la società continua nella stessa forma e con gli stessi contorni, anche la 'new company' sarà responsabile della restituzione degli aiuti di Stato illegali". "Ma il problema - ha riconosciuto Vestager - è che se non si tratta della stessa società, la nuova società non sarà responsabile per la restituzione degli aiuti di Stato. Abbiamo una serie di diverse misure che possiamo controllare per verificare se si tratti effettivamente della stessa società o no: il brand, gli impiegati, i suoi asset, la composizione della società, una serie di elementi diversi. Questo lo abbiamo visto a volte riguardo alle compagnie aeree, ma anche in altri settori". "La cosa importante è che ci sia discontinuità economica, perchè altrimenti gli aiuti di Stato dovranno essere restituiti", ha insistito la vicepresidente della Commissione, concludendo che "è così che funzionano le nostre regole in generale".