Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.689,97
    -110,63 (-0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.840,21
    -59,97 (-0,43%)
     
  • Nikkei 225

    29.538,73
    -229,33 (-0,77%)
     
  • EUR/USD

    1,1919
    +0,0014 (+0,12%)
     
  • BTC-EUR

    50.288,12
    -176,45 (-0,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.281,80
    -12,78 (-0,99%)
     
  • HANG SENG

    28.453,28
    -245,52 (-0,86%)
     
  • S&P 500

    4.122,17
    -6,63 (-0,16%)
     

Alla 24Ore Business School per diventare professionisti dell’informazione nell’era digitale

Livia Paccarié
·1 minuto per la lettura
Hp (Photo: Hp)
Hp (Photo: Hp)

Il Master in Giornalismo multimediale politico economico alla 24Ore Business School è giunto alla dodicesima edizione. Accreditato all’ordine dei Giornalisti ha l’obiettivo di formare i professionisti dell’informazione e della comunicazione con le skill innovative del mondo digitale.

Il Master è a numero chiuso e con frequenza obbligatoria, ma non per forza in presenza. Le lezioni infatti potranno essere seguite anche in Live Streaming, con possibilità di interazione diretta con i docenti. L’inizio del Master è previsto per il 20 maggio 2021 e avrà una durata di 12 weekend non consecutivi, alla fine dei quali i partecipanti riceveranno il diploma.

Chi partecipa

Il Master si rivolge ai laureati che desiderano specializzarsi nel settore dell’informazione e della comunicazione e anche a giornalisti pubblicisti e professionisti, addetti stampa, comunicatori di aziende, agenzie, partiti politici, istituzioni che vogliono approfondire, aggiornare o certificare le proprie competenze già acquisite.

Cosa prevede il Master

Oltre alle lezioni frontali in aula gli studenti parteciperanno a laboratori ed esercitazioni pratiche insieme a professionisti, manager, imprenditori e consulenti del settore, che li affiancheranno anche nella realizzazione di un project work.

Il programma del master fornirà, in otto moduli tematici, le diverse competenze indispensabili per lavorare nel mondo dell’informazione, dalla scrittura per la carta stampata e per il web allo storytelling giornalistico, passando per la creazione di podcast, per il montaggio video e per la costruzione di prodotti long form. E ancora laboratori di public speaking, per iniziare ad avere confidenza col giornalismo televisivo, ed esercizi di preparazione e conduzione di trasmissioni radiofoniche.

Ai partecipanti con meno di 30 anni è garantito uno stage di quattro o sei mesi presso redazioni, radio, televi...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.