Italia markets open in 6 hours 54 minutes
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    28.147,51
    -461,08 (-1,61%)
     
  • EUR/USD

    1,2077
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • BTC-EUR

    39.140,72
    -8.315,21 (-17,52%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.273,83
    -290,00 (-18,54%)
     
  • HANG SENG

    28.231,04
    +217,23 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     

'Alla ricerca di Nino Manfredi' la mega bio che festeggia i 100 anni

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

In occasione della celebrazione dei 100 anni della nascita di Nino Manfredi non poteva mancare una pubblicazione in tema edita da Sagoma. Ecco allora 'Alla ricerca di Nino Manfredi', una ambiziosa biografia realizzata da Andrea Ciaffaroni partendo da fonti e interviste e corredata da quasi 150 foto rare fra le quali molte inedite parte dell'archivio personale della famiglia Manfredi.

C'è stato un tempo un ristrettissimo manipolo di artisti definiti i "colonnelli" della commedia all'italiana: da una parte Sordi, Gassman e Tognazzi. Dall'altra Nino Manfredi. Rispetto ai primi tre, come scrisse Gian Luigi Rondi, Manfredi è sempre stato il contrario del mattatore “vietandosi di dominare la scena (e poi lo schermo), ma imponendosi molto di più con il garbo e addirittura i silenzi che non con la spavalderia”. Tutti e quattro immensi talenti, si distinguevano per indole e taglio recitativo e oggi tutti e quattro oggi hanno bisogno di chi valorizzi ancora tutta la loro arte. Con questa biografia, in occasione dei 100 anni dalla nascita di Manfredi, l'autore Andrea Ciaffaroni prova a ristabilire l'ordine delle cose almeno per il grande attore ciociaro, dando il proprio contributo per riportarne alla memoria la vita e la carriera e soprattutto il grande contributo al cinema italiano.

Frutto di numerosissime interviste e lunghe indagini condotte in decine di archivi dove, tra il recupero di soggetti inediti e altre primizie, questa opera è stata realizzata grazie anche al contributo del Centro Sperimentale di Cinematografia.