FTSE MIB
21.613,30
+78,78
0,37%
Genera grafico per FTSEMIB.MI
ALL-SHARE
23.043,57
+92,74
0,40%
ITLMS.MI
Ftse 100
6.625,25
+41,08
0,62%
^FTSE
Dax
9.409,71
+91,89
0,99%
^GDAXI
Dow Jones
16.408,54
-16,31
0,10%
^DJI
S&P 500
1.864,85
+2,54
0,14%
^GSPC
Nikkei 225
14.547,11
+30,84
0,21%
^N225
Euro-Dollaro
1,3818
0,0002
0,01%
Genera grafico per EURUSD=X
Euro-Sterlina
0,8224
0,0001
0,01%
EURGBP=X
Euro-Franc...
1,2200
0,0004
0,03%
EURCHF=X
Dollaro-St...
0,5952
0,00
0,00%
USDGBP=X
Euro-Yen
141,7245
0,2231
0,16%
EURJPY=X
Euro-Yuan
8,6024
0,0025
0,03%
EURCNY=X
Euro-Rublo
49,2009
0,0337
0,07%
EURRUB=X
Petrolio gr.
104,17
0,13
0,12%
Genera grafico per CLK14.NYM
Gas naturale
4,74
0,00
0,04%
NGK14.NYM
Oro
1.285,50
-8,50
0,66%
GCQ14.CMX
Argento
19,32
0,28
-1,41%
SIK14.CMX
Rame
3,05
0,01
0,18%
HGK14.CMX
Grano
686,75
-12,25
-1,75%
WN14.CBT
Mais
498,25
-2,25
0,45%
CN14.CBT
 

Alla scoperta dei Cfd

I Cfd sono tra gli strumenti derivati più in voga negli ultimi anni in campo finanziario. Un successo che si spiega con l’opportunità di generare guadagni sia con mercati al rialzo, che al ribasso (quindi in linea con la volatilità che da tempo sta caratterizzando i mercati finanziari), oltre che con la possibilità di operati con migliaia di sottostanti, dalle azioni agli indici, dalle valute alle commodity. Senza dimenticare la duplice natura che caratterizza tutti gli strumenti derivati, vale a dire la possibilità di essere utilizzati sia in chiave speculativa (da chi cioè cerca il guadagno a breve), sia di copertura da eccessivi rischi in portafoglio. Da non sottovalutare, infine, il vantaggio di poter operare 24 ore al giorno, quindi anche al di fuori dei nomali orari di Borsa (che per alcuni investitori possono coincidere con quelli di lavoro).

Le caratteristiche
Proviamo a fare chiarezza sullo strumento per capire in quali situazioni risultano utili, partendo dalle loro caratteristiche. L’acronimo inglese Cfd sta per Contract for difference, ovvero Contratto per differenza. In sostanza a essere scambiato non è un titolo finanziario, bensì differenza di valore dello stesso (quindi di un sottostante come per tutti i derivati), maturata tra il momento di sottoscrizione del contratto e la chiusura dello stesso. Così chi presta il titolo all’investitore tramite il Cfd mantiene la proprietà del titolo reale, cedendo solo la sua performance economica per tutta la durata del contratto.

Il ruolo della leva
I Cfd consentono di operare a leva, quindi di impiegare una quota di capitale ridotta rispetto alla somma che si intende movimentare. Quota identificata con il termine margine, che può variare da un broker all’altro e a seconda dell’asset class su cui si opera. Così, se si fa trading scegliendo per sottostante un’azione e il margine per l’equity è il 10%, sono sufficienti mille euro per acquistarne 10mila. Se si registra una variazione dell’1% nel sottostante, questo andrà rapportato a 10mila e non a mille, quindi ammonterà a 100 euro.

Guadagni e perdite
In caso di entrata long (in acquisto), l’acquirente paga alla controparte un interesse per il prestito e realizza un guadagno se il valore del sottostante cresce, mentre in caso di perdita a trarre profitto è il venditore. Il tutto da calcolare al netto delle commissioni da pagare all’intermediario. Mentre, in caso di entrata short (vendita del sottostante, secondo i meccanismi già visti delle vendite allo scoperto), si riceve un interesse dalla controparte e si ottiene ulteriore profitto nel caso in cui il prezzo del sottostante scenda.

Caricamento...

Discesa da 3 a 5 barre
Qui di seguito tratteremo un pattern elaborato da Oliver Velez e Frank Capra, autori di Master Trader, che reputo uno tra i migliori libri tradotti in italiano sulle tecniche di trading...
Come usare la
Andrews' Pitchfork

La Andrews’ Pitchfork prende
il nome dal suo ideatore, Alan Andrews che ha messo a punto questo strumento per identificare
gli obiettivi di prezzo e calcolare
la velocità con la quale tali obiettivi possono essere raggiunti...
Un setup completo di ingresso con la Barra di Esaurimento
Uno dei miei pattern preferiti
di inversione è senz’altro quella
che definisco come “Barra di Esaurimento” che per brevità
d’ora innanzi indicheremo con
la sigla “BE”...


UNA PAROLA AL GIORNO


Rialzista
Sai che cosa si indica con questo termine nel linguaggio finanziario e borsistico? Scoprilo subito!