Italia markets open in 2 hours 37 minutes
  • Dow Jones

    33.677,27
    -68,13 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    13.996,10
    +146,10 (+1,05%)
     
  • Nikkei 225

    29.618,82
    -132,78 (-0,45%)
     
  • EUR/USD

    1,1967
    +0,0013 (+0,11%)
     
  • BTC-EUR

    53.230,52
    +2.037,21 (+3,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.374,91
    +80,92 (+6,25%)
     
  • HANG SENG

    28.850,00
    +352,75 (+1,24%)
     
  • S&P 500

    4.141,59
    +13,60 (+0,33%)
     

Allfunds punta a valutazione oltre 7 mld euro in Ipo su borsa Amsterdam - fonte

·1 minuto per la lettura
FILE PHOTO: FILE PHOTO: Overview of Amsterdam's stock exchange interior as Prosus begins trading on the Euronext stock exchange in Amsterdam

LONDRA (Reuters) - Allfunds, società di distribuzione di fondi con sede a Madrid, sta puntando a una valutazione di oltre 7 miliardi di euro dall'attesa quotazione ad Amsterdam, riferisce una fonte a conoscenza dell'operazione.

La società ha lanciato la sua Ipo per sbarcare su Euronext Amsterdam stamane, dicendo che vuole quotare circa il 25% del capitale.

I fondi affiliati al private equity Hellman & Friedman, il fondo sovrano di Singapore Gic e le banche Credit Suisse e Bnp Paribas sono tra gli azionisti che stanno vendendo azioni nell'ambito dell'operazione.

Il mese scorso fonti a conoscenza dei fatti hanno riferito a Reuters che Allfunds avrebbe lanciato l'Ipo dopo le vacanze pasquali puntando a una valutazione di 7-8 miliardi di euro.

Allfunds ha registrato utili 'core' normalizzati per 262,7 milioni di euro su base proforma lo scorso anno.

Il mercato europeo delle Ipo ha vissuto il suo miglior trimestre dal 2015 nei primi tre mesi del 2021, con 16,43 miliardi di euro di capitale raccolto, ma il fiacco debutto in borsa di Deliveroo ha amplificato i timori circa la durata dello slancio.

Quella di Allfunds sarebbe a oggi una delle maggiori Ipo in Europa quest'anno insieme a quelle già concluse di Deliveroo e di Vantage Towers, la società di infrastruttura di telefonia mobile di Vodafone.

Sarebbe anche un grande successo per Amsterdam, emersa come una delle prime piazze a beneficiare dell'impatto di Brexit sul ruolo dell'azionario londinese come principale sede di quotazione internazionale per le società europee.

Credit Suisse, Bnp Paribas, Citi and Morgan Stanley operano come global coordinator.

(Tradotto da Federico Maccioni in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, Federico.Maccioni@thomsonreuters.com, +48 58 7696595)