ALLUVIONE EMILIA ROMAGNA: Nove morti, salgono a 42 i comuni coinvolti

Un uomo cammina nel fango dopo l'alluvione che ha colpito l'Emilia Romagna

ROMA (Reuters) - Una seconda ondata di maltempo, con devastanti inondazioni, sta colpendo le zone dell'Emilia Romagna, con danni ancora incalcolabili. Coldiretti parla di 5.000 aziende sotto acqua e il governatore dell'Emilia Stefano Bonaccini descrive l'impatto dell'inodazione come un terremoto:

Di seguito gli aggiornamenti:

11,30 - La vicepresidente della regione Irene Priolo ha detto a Rai News 24 che oggi i comuni coinvolti dall'emergenza sono saliti a 42 dai 23 comuni di ieri. Sono circa 10.000 i cittadini evacuati, nove i morti accertati, non sono stati dati numeri sui dispersi.

9,15 - Al Cdm del 23 maggio sarà innanzitutto deliberato lo stato di calamità "perché ci vuole un atto normativo" e si risponderà ai primi interventi come il blocco dei mutui e delle riscossioni tributarie, ha detto a Radio 1 Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica.

Tra oggi e domani si tenterà di capire lo stato di gravità dell'emergenza e i primi interventi, ha aggiunto.

17 MAGGIO

18,30 - Al termine di un vertice interministeriale convocato d'urgenza nel pomeriggio, il ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci ha detto che proporrà al Cdm del 23 maggio di estendere lo stato di emergenza dichiarato il 4 maggio scorso anche alla provincia di Rimini. Avanzerà anche la proposta di mettere a disposizione altri 20 milioni di euro, in aggiunta ai 10 mln già deliberati il 4 maggio, "per le prime necessarie spese". Allo studio anche misure di tutela per i lavoratori agricoli.

17,30 - Intesa Sanpaolo offre sostegno finanziario alle popolazioni colpite dando la possibilità di richiedere la sospensione fino a 24 mesi dei pagamenti delle rate per chi si trova in situazione di difficoltà e estende a tutti i territori la possibilità di accedere ai 500 milioni di euro già stanziati a sostegno delle famiglie e delle imprese impattate dagli eventi di inizio maggio. Il plafond è destinato anche ad artigiani e commercianti, aziende del settore agribusiness ed enti del Terzo Settore della regione che hanno subito danni e che possono da oggi e per un anno richiedere sia l'azzeramento delle commissioni sui pagamenti Pos per transazioni fino a 30 euro sia la gratuità del canone su Pos Mobile e Virtuali, dice una nota.

16,30 - UniCredit ha varato un pacchetto di interventi straordinari di sostegno a favore di cittadini e imprese delle province di Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena in Emilia Romagna, nelle province Ancona e di Pesaro e Urbino nelle Marche, e nella provincia di Firenze in Toscana, danneggiate dalle forti piogge. Tra le iniziative, una moratoria di 12 mesi sulle rate dei mutui per imprese e clienti privati. La banca mette inoltre a disposizione un prestito con tasso agevolato per i clienti che hanno subìto danni, dice una nota.

15,55 - Si terrà a breve un vertice con i ministri Nordio, Lollobrigida, Calderone, e i viceministri Bignami e Leo per concordare provvedimenti di sospensione degli obblighi in materia fiscale e contributiva e per i procedimenti giudiziari in aiuto alla Regione Emilia-Romagna. Lo annuncia in una nota il ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci.

15,40 - Sarebbe salito a 9 il bilancio dei morti nella regione a causa di alluvioni e frane, secondo quanto riportato da alcuni media nazionali.

Diverse migliaia gli sfollati tra Ravenna, Bologna e Forlì, ha detto la vicepresidente della regione Emilia Romagna Irene Priolo secondo cui "potremmo avvicinarci intorno alle 10.000 unità", anche se è una "stima destinata a crescere".

15,30 - Il 23 maggio si terrà un Consiglio dei ministri sull'emergenza maltempo.

"Profondamente grati agli uomini e alle donne impegnati in queste ore nelle operazioni di soccorso per aiutare le popolazioni colpite dal forte maltempo, rischiando la propria vita per salvare quella altrui. Grazie per il vostro straordinario lavoro", ha scritto in un tweet Giorgia Meloni.

13,48 - Salgono a otto le vittime del maltempo. Lo ha comunicato Irene Priolo, vicepresidente della regione Emilia, Romagna che ha parlato di 48 comuni coinvolti e di migliaia di persone evacuate e in via di evacuazione. "La situazione permane di estrema criticità" anche se "gli eventi meteo sono in esaurimento" ma c'è un "picco di piena" che deve ancora arrivare, ha dichiarato.

13,21 - Il Gran Premio di Formula Uno a Imola previsto questo weekend è stato ufficialmente annullato a causa dell'emergenza maltempo. "A seguito di discussioni tra la Formula 1, il Presidente della Fia, le autorità competenti - compresi i ministri competenti, il presidente dell'Aci, il presidente della Regione Emilia-Romagna, il sindaco della città e il promotore - è stata presa la decisione di non procedere con il weekend del Gran Premio a Imola", dice una nota. "Non è possibile tenere l'evento in sicurezza per i nostri tifosi, le squadre e il personale ed è la cosa giusta e responsabile da fare vista la situazione in cui versano le città della regione. Non sarebbe giusto mettere ulteriormente sotto pressione le autorità locali e i servizi di emergenza in questo momento difficile".

12,20 - Salgono a cinque le vittime del maltempo e "potrebbe esserci una sesta vittima nella provincia di Ravenna ma in tal senso non c'è alcuna ufficialità". Lo ha detto Nello Musumeci, ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare aggiungendo che "sulle persone ritenute disperse non riteniamo (di dover) avanzare numeri anche con l'auspicio che possa trattarsi di un falso allarme".

"La media dell'acqua piovana è di 200 mm in 36 ore ma in alcune zone ha raggiunto anche la quantità di 500 mm" nelle province più colpite di Forlì-Cesena e Ravenna, ha continuato il ministro sottolineando che in un anno la piovosità in quella regione è di 1.000 mm.

"Lo scenario - molto, molto critico di per sé - è in evoluzione, dalle prime ore del pomeriggio secondo gli esperti si dovrebbe registrare una riduzione della piovosità", ha dichiarato.

12,11 - In un tweet la presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha detto che il governo è pronto a fare la sua parte, con misure di urgenza, per fronteggiare l’emergenza e aiutare i cittadini colpiti dal maltempo.

11,50

Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, ha detto di ritenere opportuno il rinvio del Gran Premio di Imola, in agenda nel weekend, alla luce dell’emergenza maltempo che sta flagellando l’Emilia-Romagna.

11,15 - Il bilancio dei morti, aggiornato dalla Regione Emilia Romagna, sale a 4 (a Ravenna, Forlì, Cesena e Cesenatico) e si contano 3 dispersi, dopo l'esondazione di 14 fiumi che ha coinvolto 23 comuni.

Una nota della Polizia di Stato aggiorna anche la situazione della viabilità. La E45 è chiusa in direzione nord all’altezza di Sansepolcro (AR) per il traffico pesante che viene obbligatoriamente dirottato verso la A1; Sull'autostrada A14 è obbligatoria l'uscita per tutti i veicoli in direzione nord al casello di Rimini Nord; uscita obbligatoria per il traffico diretto a sud sulla A13 direzione nord; il traffico proveniente dalla A13 direzione sud può percorrere la A14 solo in direzione nord. Si sta aprendo un by-pass tra i caselli di Faenza e Forlì per consentire ai veicoli fermi sulla carreggiata in direzione sud di poter invertire il senso di marcia ed uscire a Faenza.

11,00 - Ferrovie dello Stato ha confermato la riduzione delle corse e i rallentamenti ai treni alta velocità, Intercity e regionali che percorrono le linee AV e convenzionale fra Firenze e Bologna. La circolazione resta sospesa sulle linee Bologna – Rimini, Bologna – Ravenna , Ferrara - Ravenna – Rimini, Faenza – Ravenna, Faenza - Borgo San Lorenzo e Bologna - Porretta.

10,45 - Tre persone sono state trovate morte a Forli, Cesena e Cesenatico. Tre i dispersi, e migliaia gli evacuati, secondo le autorità.

(Redazione Roma/Milano, editing Stefano Bernabei)