Italia markets open in 33 minutes
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    29.408,17
    -255,33 (-0,86%)
     
  • EUR/USD

    1,2018
    -0,0042 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    40.556,07
    +1.785,14 (+4,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    976,39
    -10,26 (-1,04%)
     
  • HANG SENG

    29.133,28
    -319,29 (-1,08%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Amazon vale già il 7% del mercato mondiale della pubblicità online

Fabrizio Arnhold
·1 minuto per la lettura
Amazon vale già il 7% del mercato mondiale della pubblicità online
Amazon vale già il 7% del mercato mondiale della pubblicità online

Il colosso delle vendite online cresce nei ricavi da advertising nel 2020. Google e Facebook insieme rappresentano il 76,1% del totale degli investimenti

Il 2020 è stato un anno da incorniciare per Amazon. La pandemia ha fatto aumentare le transazioni online e il colosso dell’ecommerce ha superato quota 100 miliardi di ricavi in un trimestre. Il dato che spicca, tra i conti presentati qualche giorno fa relativi all’ultimo trimestre, sono i ricavi da advertising che raggiungono il 6,9% del totale del fatturato nel quarto trimestre 2020.

CRESCE LA PUBBLICITÀ

Le vendite online crescono del 48,8% rispetto al quarto trimestre del 2019, mentre i ricavi da advertising salgono del 66% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La pubblicità è cresciuta del 52,5% nel 2020, superando decisamente il tasso medio di crescita del mercato pubblicitario online.

IL 7% DELLA SPESA GLOBALE

Il colosso di Jeff Bezos, che dal terzo trimestre lascerà il posto di ceo di Amazon ad Andy Jassy per andare a ricoprire quello di presidente esecutivo, rappresenta il 7% della spesa pubblicitaria online globale. Secondo i dati del World Advertising Research Center (WARC), si tratta di quasi il doppio della quota registrata solo due anni prima.

LA PUBBLICITÀ DEI COLOSSI TECH

A fare la voce grossa, a livello globale, c’è Google con il 48,1% di quota di investimenti pubblicitari, Facebook si attesta al 28%. Insieme i due big tech pesano dunque il 76,1% del totale. Praticamente dieci volte Amazon. Ma i tassi di crescita del sito leader delle vendite online lasciano ampi margini, proiettandolo sempre più nel ruolo di una media company, sfruttando i vari servizi, a partire da Prime.