Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.356,05
    -467,40 (-1,38%)
     
  • Nasdaq

    14.021,09
    -140,26 (-0,99%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,68
    +0,64 (+0,90%)
     
  • BTC-EUR

    29.834,17
    -2.155,46 (-6,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    876,21
    -63,73 (-6,78%)
     
  • Oro

    1.770,00
    -4,80 (-0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,1878
    -0,0033 (-0,27%)
     
  • S&P 500

    4.174,52
    -47,34 (-1,12%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8592
    +0,0043 (+0,51%)
     
  • EUR/CHF

    1,0942
    +0,0023 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,4749
    +0,0038 (+0,26%)
     

Ambiente, Gualtieri: serve cambio di passo, più investimenti

Roma, 4 ott. (askanews) - "Non siamo su un sentiero di sviluppo sostenibile: abbiamo bisogno di un cambio di passo in Italia e in Europa. Il governo intende impegnarsi su questo. Impegnarsi perché alle parole seguano i fatti". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, alla presentazione del rapporto Asvis parlando di tematiche ambientali e di sviluppo sostenibile. Il ministro ha sottolineato che la prima questione "e' quella degli investimenti: servono più investimenti pubblici-privati per la sostenibilità ambientale". Per Gualtieri gli investimenti possono essere "il motore di sviluppo per affrontare la fase di rallentamento dell'Economia". Secondo il titolare dell'Economia "bisogna compiere delle scelte molto significative sia per fissare i target sia per trovare gli strumenti giusti per raggiungere questi target". Quindi, ha concluso, "occorre aprire la strada alla sostenibilità nonostante le difficoltà e le sfide che avremo nei prossimi giorni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli