Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.139,81
    +288,23 (+1,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Analisi Ciclica sul Dax

Eugenio Sartorelli
·2 minuto per la lettura

Vediamo di fare un’Analisi Ciclica sull’Indice Dax (in realtà il future) per capire i potenziali sviluppi per i prossimi giorni.

Vediamo l’andamento del future Dax a partire dal minimo del 30 ottobre, con dati a 15 minuti aggiornati alle ore 15:30 di oggi 13 novembre.

Il grafico è stato realizzato con il software Cycles Navigator da me ideato.

La linea verde a pallini rappresenta i prezzi del future Dax. La linea Bianca rappresenta il potenziale andamento ciclico (valido soprattutto per i tempi e per le tendenze e non per le forze- ovvero i prezzi). Le linee in basso sono opportuni Oscillatori che mi aiutano a definire l’intensità di Forze Cicliche (ne uso circa 6-7 differenti).

Questo grafico rappresenta il metà-Ciclo Mensile (durata media pari a 1 mese solare circa; alle voltevi sono durate intorno a 1,5 mesi solari) - questo ciclo è partito sul minimo a V del 30 ottobre come del resto per la maggioranza dei Mercati Azionari. Vi è stato un deciso rialzo legato alle attese per un nuovo intervento delle Banche Centrali e per la notizia di un vaccino efficace per il Covid. Come tempi la fase mediamente rialzista potrebbe proseguire sino a circa il 20 novembre (vedi ellisse gialla in alto). Potrebbe anche essere solo una lateralità, dopo il deciso rialzo precedente e con forte accelerazione il 9-10 novembre. Dopo tale data sarebbe più “naturale” una perdita di forza. Tuttavia bisogna considerare che il mercato sembra quasi in una fase “euforica” e qualsiasi news contrarian potrebbe anche rapidamente portare ad eccessi opposti.

Giusto per dare qualche riferimento di prezzo (che io chiamo “livelli critici” e non sono veri target price) una fase di ulteriore forza potrebbe portare verso 13250-13350 e sino a 13500, che per ora pongo come limite alla fase di rialzo.

Dal lato opposto, una leggera correzione potrebbe riportare a 12900-12750 ed al limite sino a 12600; eventuali valori inferiori ci direbbero di un ciclo che perde decisamente forza e che nel suo prosieguo potrebbe prematuramente indebolirsi.

Ricordo che per quanto ci siano delle strutture cicliche all’interno dei mercati finanziari queste non sono e non possono essere esattamente regolari. Pertanto l’analisi svolta (come tutta l’analisi tecnica) non può che essere di tipo probabilistico, nel rispetto di una serie di regole che l’Analisi Ciclica prevede.

Autore: Eugenio Sartorelli Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online