Italia markets open in 5 hours 10 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.581,98
    +416,39 (+1,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1905
    +0,0008 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    15.929,51
    -97,46 (-0,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    374,99
    +5,24 (+1,42%)
     
  • HANG SENG

    26.946,97
    +358,77 (+1,35%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Anche in Italia vanno a ruba le scarpe Lidl: sono già esaurite

Matia Venini
·2 minuto per la lettura
Anche in Italia vanno a ruba le scarpe Lidl: sono già esaurite
Anche in Italia vanno a ruba le scarpe Lidl: sono già esaurite

Code fuori dai supermercati per assicurarsi la 'Lidl Fan Collection'. Le sneakers costano 13 euro, ma su internet possono superare i 2000 euro

Dopo le file fuori dal supermercato a marzo, in pieno lockdown nazionale, nessuno pensava si sarebbe più verificata una situazione del genere. Figuriamoci per un paio di scarpe. È quello che è successo la mattina del 16 novembre fuori dai supermercati della catena Lidl, che ha dichiarato di aver esaurito in poche ore la sua esclusiva collezione streetwear.

LA COLLEZIONE

Da quando è stata annunciata sui social network, la collezione streetwear di Lidl è stata tra le più attese di questo strano e complicato 2020. La linea completa comprende un paio di sneakers unisex con i colori del marchio, due paia di ciabatte, calzini in spugna con il logo, una t-shirt da uomo e una da donna. I prezzi sono coerenti con quanto ci si aspetterebbe da una collezione di un supermercato (le scarpe non superano i 13 euro), ma il valore dei prodotti è destinato a salire vertiginosamente online.

LA RIVENDITA SU INTERNET

Quando in primavera la collezione è stata messa in vendita nei paesi del nord-Europa, chi è riuscito ad acquistare qualche capo ha poi fatto fortuna su Internet. Durante l’estate un paio di scarpe Lidl è stato venduto online per 2.700 euro, in aumento del 20mila percento rispetto al prezzo originario. Questo fenomeno spiega le code di prima mattina fuori dai supermercati e l’acquisto compulsivo di più articoli uguali da parte dei clienti.

UN ESEMPIO DIVERSO

Sono tanti gli esempi di catene o negozi che si sono associati ad artisti e stilisti per creare collezioni esclusive. Il marchio francese Vetements ha realizzato una maglietta con il logo DHL; il designer e direttore artistico di Louis Vuitton Virgil Abloh ha ideato una collezione di mobili per IKEA; il brand streetwear italiano GCDS ha collaborato con Barilla. Con la sua ‘Lidl Fan Collection’ però la catena di supermercati ha fatto un passo in più: senza farsi aiutare da grandi stilisti ha disegnato la propria linea per poi proporla a prezzi da discount. Così facendo non solo ha suscitato curiosità nei suoi clienti abituali, ma ha anche attirato una nuova fascia di pubblico, quella legata alla moda.